TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il numero di pazienti Covid in IFA sta diminuendo

Nel corso di tre giorni consecutivi, il numero di pazienti trattati in terapia intensiva a causa del Covid-19 è diminuito. E venerdì mattina, 395 pazienti sono stati trattati con IVA per la malattia, rispetto ai 417 pazienti di martedì. Piccolo, ma visibile, calo percentuale.

In molte delle aree che hanno recentemente ricevuto il maggior numero di pazienti all’interno dell’IVA rispetto alla loro popolazione, il calo è stato evidente, come a Javleborg, Dalarna e Orebro.

Tuttavia, il medico di terapia intensiva Johnny Helgren, responsabile del record di terapia intensiva, pensa che sia troppo presto per parlare di rompere la tendenza.

– Si è dimenato prima. Inoltre, c’è una grande quantità di variazione. Alcune aree sono in aumento, mentre altre sono ferme o in declino. Ma dice che è molto positivo che non stia continuando ad aumentare a livello nazionale.

Indipendentemente da ciò, la situazione nel settore sanitario rimane estremamente tesa. Molte regioni, come Uppsala, hanno avvertito di aver raggiunto la sua capacità massima o si sono avvicinate molto in termini di terapia intensiva, e recentemente, l’altro ieri, il ministro degli Affari sociali Lina Hallingren (Sud) ha convocato una conferenza stampa dove ha invitato tutti ad aderire meglio ai consigli e alle restrizioni attuali.

Coincidenza

Se il pullback dovesse rivelarsi una rottura del trend, seguirà esattamente lo stesso schema dell’anno scorso. Il 25-26 aprile 2020, la stragrande maggioranza dei pazienti COVID-19 è stata ricoverata in terapia intensiva a causa di COVID-19. Secondo l’unità di terapia intensiva, un totale di 558 pazienti ha ricevuto contemporaneamente terapia intensiva per questa malattia. Poi la curva si è abbassata, un calo che è continuato fino all’inizio di settembre, quando il numero dei pazienti ricoverati ha ripreso a salire prima della cosiddetta seconda ondata.

READ  Chiunque abbia più di 18 anni nel gruppo a rischio può ora prenotare un appuntamento per ottenere un vaccino a Västerbotten

Succede di nuovo la stessa cosa? nessuno sa. Ma per la prima volta da molto tempo, è stato osservato un cambiamento in positivo.

Lo scenario segue

Secondo Karen Tegmark Wessel, capo del dipartimento dell’Agenzia svedese per la sanità pubblica, la diffusione dell’infezione è leggermente diminuita, sebbene l’agenzia sia molto cauta e ritiene che sia troppo presto per considerare questo calo un vero e proprio calo.

Se si guarda al numero di casi segnalati, su cui abbiamo una relazione abbastanza semplice, possiamo affermare che il numero di casi segnalati nei primi tre giorni di questa settimana è stato inferiore ai primi tre giorni della scorsa settimana. Possiamo anche dire che abbiamo due settimane consecutive perché non abbiamo un aumento, ma siamo su un plateau a livello nazionale. Quindi c’è un lampo di luce, dice Karin Tegmark Wisell di TT.

Secondo il precedente scenario dell’Autorità Sanitaria Pubblica, la diffusione del contagio raggiungerà i massimi livelli alla fine di aprile per poi diminuire.

Johan Nelson / TT

Jorn Spolander / TT