TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il governo e il parlamento devono riprendere il controllo dei prezzi dell'elettricità.  - Sedsvinskan

Il governo e il parlamento devono riprendere il controllo dei prezzi dell’elettricità. – Sedsvinskan

Studiare la possibilità di introdurre un prezzo medio nazionale per tutti i consumatori di energia elettrica. scrive Per Trading, vicepresidente della Camera di commercio della Svezia meridionale.

Questo è l’argomento di discussione.Gli autori sono responsabili delle opinioni.

Non è ragionevole che una regione sopporti i costi del sistema energetico nazionale regolando i prezzi geografici. Tutto sommato, questa è una soluzione costosa per tutta la Svezia, scrive Beer Trading.

Erik Lundin, economista e ricercatore presso il Business Research Institute, propone un compromesso per superare gli alti prezzi dell’elettricità che attualmente colpiscono la Svezia meridionale (numeri attuali 13/11).

La proposta di Lundin è che la Svezia mantenga prezzi geograficamente diversificati per i produttori, mentre i consumatori, gli individui e le imprese dovrebbero pagare il prezzo medio nazionale.

Una copia di questo modello è stata trovata in Italia, tra l’altro, e merita più attenzione. La logica è che chi produce viene pagato meglio nelle aree di un Paese dove sono necessari investimenti nella produzione di energia elettrica.

Annunci

L’idea dei confini geografici Per i prezzi dell’elettricità, come le attuali zone tariffarie dell’elettricità svedesi, è che il prezzo dell’elettricità dovrebbe essere regolato dall’offerta e dalla domanda all’interno dell’area. Prezzi più alti aumenteranno l’offerta. L’obiettivo è bilanciare gradualmente i prezzi tra le regioni.

Annunci

Qualsiasi paese può anche scegliere di avere lo stesso prezzo per l’elettricità in tutto il paese. Ma per ottenere un buon flusso, il paese interessato deve presentare piani d’azione per affrontare le strozzature che esistono nelle reti elettriche.

Le odierne zone elettriche sono state introdotte in Svezia nel 2010 dalla centrale elettrica commerciale del paese, Svenska Kraftnät. Dopo più di un decennio, i distretti elettrici non hanno dato i risultati promessi. Contrariamente all’intenzione di risolvere le differenze di prezzo esistenti all’interno del paese, è stato rafforzato. La Svezia meridionale oggi ha una produzione di elettricità inferiore rispetto al passato, mentre la domanda è aumentata notevolmente. Di conseguenza, i prezzi dell’elettricità sono sempre più in aumento.

READ  Al via in Italia i passaporti dei vaccini: 'Paura di un certo caos'

Poiché le famiglie nel sud della Svezia devono pagare di più per l’elettricità e il riscaldamento, il loro potere d’acquisto è influenzato negativamente rispetto al resto della Svezia. Nonostante la grande richiesta dei suoi prodotti, molte aziende sono state costrette a ridurre la produzione a Skåne. Un esempio è la cartiera Klipan.

Le ultime previsioni di Handelsbanken Si riferisce ad un aumento dell’inflazione nazionale che deriva principalmente dall’aumento dei prezzi dell’energia elettrica. In pratica, questi prezzi dell’elettricità sono quasi esclusivamente nel sud della Svezia, dove nel 2021 aumenteranno del 140 percento in quello che costituisce il quarto distretto elettrico. I clienti della Svezia meridionale sostengono il costo della politica energetica svedese.

Non ci sono prezzi nel sud della Svezia inferiori a quelli di paesi come la Francia, come sostiene il ministro dell’Energia Anders Yegmann (Sud), ma altrettanto alti.

Ora il governo e il Riksdag devono agire con urgenza per regolare i prezzi dell’elettricità.

Annunci

In primo luogo, riprendere il controllo della politica dei prezzi ed esaminare la possibilità di offrire ai clienti prezzi comuni, ovvero un prezzo medio nazionale per tutti i consumatori. Oggi il governo e il parlamento svedesi hanno conferito il potere a un’agenzia governativa gestita da società che operano in base ai propri interessi. Il risultato dovrebbe essere analizzato sulla base di come avvantaggia l’economia svedese nel suo insieme. I prezzi dell’elettricità non dovrebbero spingere gli investimenti e l’occupazione al di fuori di determinate regioni. Il modo in cui sono progettati i prezzi dell’elettricità deve essere rapidamente studiato.

Annunci

Secondo: agire ora regolando gli spread. Il più semplice è il cosiddetto controacquisto in cui Svenska Kraftnät acquista la produzione di energia aggiuntiva a livello locale quando non c’è abbastanza trasmissione. Appiana le differenze e può essere finanziato con miliardi di corone a Svenska Kraftnät in entrate di strozzatura ricevute da Svenska Kraftnät in caso di guasto nei collegamenti elettrici tra due distretti elettrici. Un altro strumento di cui dispone lo Stato è lo sconto sulle tasse sull’elettricità, uno strumento comune in molti paesi dell’UE. Ad esempio, la tassa sull’elettricità nella quarta fascia di prezzo dell’elettricità potrebbe essere ridotta del 50 percento.

READ  L'Italia si chiude di nuovo durante la terza ondata Corona

Terzo – sviluppare un piano su come la Svezia produrrà la produzione di nuova elettricità e investimenti tangibili in nuovi trasporti dalla parte settentrionale alla parte meridionale del paese.

Non Una politica ragionevole che la regione debba sostenere i costi del sistema energetico nazionale regolando i prezzi geografici. Tutto sommato, questa è una soluzione costosa per l’intera Svezia. Riduce l’intero desiderio di investimento e occupazione nel paese.

scrittore

per provaVicepresidente esecutivo e direttore delle politiche della Camera di commercio della Svezia meridionale.

Anch’io lo voglio Scrivere di problemi attuali? come usare.