TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I New York Rangers sono 3-0 nelle partite – sulla buona strada per spazzare Carolina

Si è deciso direttamente ai supplementari

Aggiornato il 07.12 | Pubblicato il 06.56

Rally. I New York Rangers si sono ripetuti ieri sera.

Hanno battuto Carolina negli straordinari a Raleigh e ora hanno vinto, assurdamente, sette partite di playoff consecutive.

– Dato che hanno pareggiato un minuto e mezzo prima della fine del terzo periodo, penso che per noi sia stato più forte che a New York martedì scorso, dice felice Mika Zibanejad quando Sportbladet lo incontra nello spogliatoio dopo lo straordinario 3-2 vincita.

Ovviamente non è vero, ma i New York Rangers ormai sembrano imbattibili.

Hanno giocato sette partite nei playoff della Stanley Cup 2024 e le hanno vinte tutte.

In una manifestazione calda e infuocata ieri sera, non importava che inizialmente fossero stati respinti violentemente da un feroce attacco della Carolina e si trovassero anche sotto 1-0, dopo un tiro secco del sicario veterano dei Rangers Jake Guentzel.

Nel secondo periodo, Mika Zibanejad e Chris Kreider hanno risposto per pareggiare il vantaggio numerico e poco dopo il terzo periodo Alexis Lafreniere ha segnato un tiro in vantaggio. Poi, tra gli applausi celebrativi alla PNC Arena, la squadra di casa è riuscita a pareggiare a un minuto e mezzo dalla fine della partita – con il “nuovo” portiere Pyotr Kochetkov in cabina.

Ma gli ospiti hanno battuto ciglio?

No.

Il conseguente dramma dei tempi supplementari è durato solo un minuto e 43 secondi prima che Artemi Panarin, con la finezza di un artista circense, mandasse a casa un rovescio di prim'ordine di Vincent Trocheck.

– lui è forte. “Penso che sia più forte di quando abbiamo vinto ai supplementari a New York martedì, considerando che abbiamo concesso il pareggio un minuto e mezzo prima della fine del terzo periodo”, dice Mika Zibanejad quando lo incontriamo nell'altro che lo spazioso spogliatoio successivo. .

READ  Arbitro maschile dell'anno - Federcalcio svedese

Continua:

– Era davvero fantastico. Sembra un cliché, ma abbiamo affrontato una partita alla volta. Sono una buona squadra contro cui giocare e sapevamo che sarebbe stata una trasferta difficile, con il supporto che hanno e l'hockey con cui giocano.

Vincere dalle finali della conferenza

Da parte sua, il centro della stella svedese è stato brillante durante tutte le qualificazioni e ha fatto una grande impressione anche nella partita di stasera. Tra le altre cose, è stato lui a creare il panino dei sogni quando il suo migliore amico ha pareggiato il punteggio, con un margine numerico. In tal modo, ha pareggiato il record del club. Solo altri tre giocatori nei quasi 100 anni di storia dei Rangers hanno ottenuto dodici punti nelle prime sette partite di un posto ai playoff.

-È divertente contribuire. Ora è nella scatola e sì, ho un giocatore abbastanza veloce con me. Se ne avremo la possibilità, so che è solo questione di aspettarla. A lui si deve un gran finale della partita, e non so come ci sia arrivato.

Hai ancora la sensazione di avere l'hockey nella tua vita?

– Ora? Eheh sì, le cose stanno andando bene per me e per la squadra e queste partite sono molto interessanti.

Potrebbe essere ancora più divertente, perché domenica sera i Rangers avranno la possibilità di spazzare via Carolina e prepararsi per le finali della conference in un colpo solo.

– Ci proveremo sicuramente, ma bisogna ricordare che la quarta partita è sempre la più difficile da vincere, dice il difensore Erik Gustafsson.

READ  La caccia al titolo è ancora viva dopo la trasformazione del Liverpool