TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il procuratore della Corte penale internazionale vuole emettere un mandato di arresto nei confronti di Netanyahu

Il procuratore della Corte penale internazionale vuole emettere un mandato di arresto nei confronti di Netanyahu

Khan vuole anche vedere mandati di arresto per il ministro della Difesa israeliano Yoav Galant e Mohammed Deif, che guida le forze armate di Hamas.

In dichiarazione Karim Khan scrive che esiste un ragionevole dubbio nel ritenere che Netanyahu e Gallant siano responsabili di una serie di crimini di guerra e crimini contro l'umanità commessi durante la guerra. Ciò include, tra le altre cose, l’uso della fame come arma e l’attacco deliberato ai civili.

“Secondo la nostra valutazione, questi crimini continuano”, ha scritto Karim Khan in una nota.

Foto: Lev Radin/TT

Da prima in corso Un'indagine sull'attacco del 7 ottobre e sulla successiva guerra è in corso presso la Corte penale internazionale, dove Khan è pubblico ministero.

Vuole processare Yahya Sinwar, il leader di Hamas a Gaza, il leader politico del movimento Ismail Haniyeh e Muhammad Deif, con l'accusa di aver commesso l'attentato con l'accusa di crimini di guerra e crimini contro l'umanità.

– Il mondo è rimasto scioccato il 7 ottobre quando le persone sono state portate fuori dalle loro camere da letto, dalle loro case e da vari kibbutz in Israele, dice in un'intervista a CNN.

La condanna della decisione di Khan arriva sia da Israele che da Hamas. Un portavoce del movimento, descritto come terrorista, ha detto a Reuters che l’emissione di un mandato di arresto contro Sinwar, Al-Deif e Haniyeh significa che la Corte penale internazionale “equipara la vittima al carnefice”.

In Israele, il leader dell’opposizione Yair Lapid chiede la bandiera americana contro la Corte penale internazionale, e fa arrabbiare anche il leader del governo di guerra Benny Gantz.

“Mettere i leader di un paese che è andato in battaglia per difendere il proprio popolo nella stessa categoria dei terroristi assetati di sangue è cecità morale”, ha scritto su X.

“Accogliere la richiesta della Procura sarebbe un crimine storico”.

La Corte penale internazionale vuole processare Yahya Sinwar e Ismail Haniyeh.

Fotografia: Ismail Mohamed/TT

Questo si vocifera da tempo Benjamin Netanyahu teme l'emissione di un mandato di arresto. Ad aprile, Ha aveva affermato che il mandato d'arresto non avrebbe influenzato le azioni di Israele a Gaza, ma avrebbe costituito un “precedente pericoloso”.

“Sotto la mia guida, Israele non accetterà mai che la Corte penale internazionale tenti di minare il nostro diritto all’autodifesa”, scrisse all’epoca Netanyahu.

– Nessuno è al di sopra della legge, dice Karim Khan quando gli viene chiesto delle dichiarazioni di Netanyahu alla CNN.

Una giuria ora si pronuncerà sulla domanda di Khan.

– Se Israele non è d'accordo con la decisione, o ritiene che non rientri nella giurisdizione della Corte penale internazionale, è libero di ricorrere in appello, e questo è ciò che consiglio loro di fare, dice Karim Khan alla CNN.

Sul mandato d'arresto Se fosse emesso contro Netanyahu, Gallant o Hamas, significherebbe che sono in compagnia del presidente russo Vladimir Putin. Nel marzo 2023, la Corte penale internazionale ha emesso un mandato di arresto nei confronti di Putin per i crimini commessi durante la guerra in Ucraina.

In pratica, un mandato di arresto significa che tutti gli Stati che hanno ratificato lo Statuto di Roma – cosa che Israele non ha fatto – sono obbligati ad arrestare la persona in questione.

READ  Il più grande signore della droga della Colombia arrestato in un raid massiccio