TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ha fatto schifo come editorialista?  - il lavoro

Ha fatto schifo come editorialista? – il lavoro

Quando lavoravo come assistente di cibo in scatola, a volte arrivava un cosiddetto mystery shopper, un bastardo astuto che fingeva di essere un cliente abituale ma in realtà giudicava i miei sforzi.

I punteggi sono stati affissi su una bacheca affinché tutti potessero vederli e quando ho ricevuto cinque piroscafi in un castello gonfiabile dal capo nella cassetta delle lettere.

Imparai presto il nome di un accanito ribelle in procinto di andare in pensione nel negozio da cui comprava sempre. La mia teoria è che si sia celebrata con le montagne russe dopo ogni valutazione più bassa.

Vivi nel tempo delle revisioni

Viviamo indubbiamente in un’epoca di recensioni. La tua esperienza con un luogo è a portata di clic, anche prima che tu sia lì.

Questo ha sicuramente i suoi vantaggi, non devi comprare il maiale nel sacco e spendere soldi per delusioni, ma puoi anche affermare che ti toglie un po’ di eccitazione della vita.

Inoltre, una vendetta personale può portare il tuo vicino di casa al tuo ristorante che è perfettamente in grado di attirare un gruppo di potenziali clienti così stupidi da credere a tutto ciò che leggono.

Spesso è sufficiente premere il pulsante felice o acido prima di uscire dal negozio, ad esempio; molto facile. Tuttavia, si può considerare se non c’è qualche arbitrarietà nel sistema del pollice in alto o del rifiuto.

Ho una giornata per capelli insolitamente buona? Evviva, vecchio felice! Sono abbandonato? Perché non distruggere anche l’esistenza di un altro povero pagando il vecchio triste, preferibilmente un po’ di più. Ah, ecco qua, totalmente strano!

READ  L'operatore italiano dello stabilimento ha ordinato due autogru Konecranes Gottwald per tenere il passo con la domanda di movimentazione dei materiali.

Forma un impenetrabile muro di carne

Quando andavo a scuola, nessuno oserebbe mai esprimere un’opinione onesta su un insegnante a un altro. Dovevano formare un inviolabile muro di carne che unisce all’ombra della tempesta e ai raggi del sole, tutto secondo il principio “Se cadi con uno, vacilla con tutti”.

Nella comunità di recensioni di oggi, come insegnante, puoi ascoltare l’uno e l’altro dei tuoi coetanei, il che può rendere paranoico anche il migliore delle persone.

E poi non abbiamo nemmeno cominciato a parlare di tutti i tutori: sono sempre pronti a critiche e valutazioni.

Cosa ci spinge?

La domanda è cosa alla fine ci motiva a fare bene. È la sua corsa sulle montagne russe da chef a aiutante di prelibatezze, o la sua volontà di creare un piatto di formaggio che porta gli sposi al settimo cielo prima ancora che lascino la cucina? È il desiderio di far desiderare agli studenti di imparare che guida l’insegnante o è la paura dei loro genitori?

L’ho detto; Poiché questo è il mio ultimo disco Arbetet, è opportuno chiedere un feedback costruttivo. Come descriveresti la tua esperienza con questo disco?

1. Tamjtosan se non il migliore che abbia letto.

2. In ogni caso, era migliore del suo predecessore.

3. Appena sufficiente per pulire la parte posteriore.

Grazie per questa volta, è stato un onore.