TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Google vuole creare alternative al formato Dolby media. Che dovrebbe essere gratuito da usare.

Si dice che Google abbia lanciato un progetto volto a creare alternative senza licenza ai formati multimediali sia per l’audio che per il video. Il protocollo riporta che Google chiama tutto “Project Caviar” e che lavorerà allo sviluppo di alternative a formati come Dolby Atmos e Dolby Vision.

L’idea alla base di Project Caviar è che i produttori di apparecchiature multimediali non devono pagare costi di licenza per includere la tecnologia in grado di riprodurre audio spaziale come Dolby Atmos, ad esempio. Ci sono già alcune alternative al formato Dolby oggi, ma quelle alternative non hanno funzionato finora su un fronte più ampio, ed è qualcosa che Google spera di cambiare.

Google fa anche parte dell’organizzazione “Alliance for Open Media” che include anche Amazon, Netflix, Meta, Samsung e altri. L’organizzazione sta sviluppando formati senza licenza per vari tipi di media e ha precedentemente rilasciato, tra le altre cose, il formato immagine AVIF, che alcuni usano sulle pagine web, tra le altre cose.

Protocollo.com


InternetE il Il GoogleE il

Dolby, Project Caviar, Dolby Atmos, Dolby Vision, Canone di licenza, HDR

Alleanza per i media apertiL’Alliance for Open Media (AOMedia) è un consorzio industriale senza scopo di lucro che sviluppa tecnologia aperta e priva di royalty per la distribuzione di contenuti multimediali con sede a Wakefield, Massachusetts. Utilizza idee e principi per lo sviluppo di standard Web aperti per creare standard video che possono fungere da alternative esenti da royalty agli standard finora prevalenti del Moving Picture Experts Group (MPEG) e al modello di business associato di sfruttamento della proprietà intellettuale attraverso i diritti di brevetto associati alle complessità e tasse di brevetto e licenza. & #91; 2 & # 93; & #91; 3 & # 93; & #91; 4 & # 93;

I giganti americani della tecnologia per sviluppare un nuovo formato video

READ  Grandi quantità d'acqua intorno alle stelle

L’Alliance for Open Media vuole migliorare i video sul web

Le società non del tutto conosciute Amazon, Cisco, Google, Intel, Microsoft, Mozilla e Netflix hanno annunciato di aver avviato un’organizzazione “Alliance for Open Media” la cui missione principale è creare uno standard per il formato video del futuro. L’organizzazione è ancora agli inizi, quindi non ci sono ancora molte informazioni sul formato video in arrivo. Tuttavia, dicono che dovrebbe essere aperto, gratuito, ottimizzato per il Web e che dovrebbe funzionare praticamente su qualsiasi dispositivo con funzionalità video. Non ci sono informazioni su come si chiamerà il formato video o quando sarà pronto il primo standard proposto. Guardando le aziende dietro questo investimento, probabilmente non è del tutto impossibile che ora vediamo la nascita del formato video in futuro, poiché trovo difficile vedere che molte persone vogliano o possano competere con questo gruppo gratuitamente. Apple e Facebook potrebbero mettersi su fronti opposti, ma dovremmo sperare che non sia così.

la mia unghia

60,3 gradi



Chrome e Firefox stanno ottenendo il supporto per il nuovo formato immagine AVIF

Formato leggero con compressione estrema

ZDNet segnala che sia Chrome che Firefox stanno implementando il supporto per il nuovo formato immagine AVIF (AV1 Image File Format) nei loro browser. AVIF si basa sul codec video AV1 sviluppato da Google, Cisco e Xiph.org sotto l’egida di Open Alliance Media nel 2015. È uno dei formati di immagine compressi più leggeri e migliori disponibili sul mercato. Netflix ha già elogiato il formato come migliore di jpeg, png e web all. Microsoft ha iniziato a supportare AVIF in Windows 10 l’anno scorso. Ciò significa, tra le altre cose, che i file di immagine AVIF funzionano, ad esempio, i file manager di Paint e Windows 10 se l’utente ha installato il codec AV1 sul computer. Anche VLC media player supporta la visualizzazione di file AVIF. Resta da vedere se AVIF avrà successo come nuovo formato immagine anche su Internet, ma non è del tutto impossibile ora che due dei più grandi browser del mondo lo offrano.

la mia unghia

READ  Codice sorgente per Nvidia DLSS in movimento

43,1 gradi