TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Come risolverà "Super Mario" la crisi italiana?  - Hofodstadsbladet

Come risolverà “Super Mario” la crisi italiana? – Hofodstadsbladet

Riforme – e unità. Questa è la ricetta di Mario Draghi per far uscire l'Italia dalla dolorosa crisi. Per aiutarlo, ha creato un nuovo governo di politici e tecnocrati, che insieme avrebbero gestito un sussidio multimiliardario dell’UE.

Sono passate due settimane da quando Super Mario è stato convocato per risolvere la crisi italiana. L’ex presidente della Banca centrale europea ha prestato giuramento come primo ministro e ha ora presentato il suo piano di salvataggio alla camera alta del parlamento, che tradizionalmente voterà per approvare il governo mercoledì sera tardi.

La mia missione principale è combattere l’epidemia con tutti i mezzi e proteggere la vita dei nostri cittadini, afferma Mario Draghi Egli invoca l'unità italiana per riuscire nella missione, secondo la Reuters.

Giovedì sarà il momento per la Camera dei Comuni di pronunciarsi sul nuovo governo, che comprende nemici politici con opinioni molto diverse su questioni come l’immigrazione e l’assistenza sociale. Ma è proprio questo il motivo per cui si prevede che la storia del voto non sarà drammatica, perché Draghi è riuscito a ottenere il sostegno di quasi tutti i principali partiti politici.

annuncio

annuncio

Alte aspettative

Le speranze sono alte per l’ex economista, 73 anni, che è stato elogiato per i suoi superpoteri perché, in qualità di capo della Banca Centrale Europea, è ampiamente considerato come colui che ha salvato i paesi della zona euro dal completo collasso durante la crisi finanziaria.

Ora serve la stessa determinazione per cambiare rotta in Italia.

Il paese è stato colpito da una crisi politica nel mezzo di una furiosa pandemia – con il bilancio delle vittime del coronavirus che si avvicina a 100.000 e le crescenti preoccupazioni per le varianti del virus mutante mentre l’economia si è ridotta di quasi il 9% nell’ultimo anno e quasi 450.000. Le persone hanno perso il lavoro.

READ  SEB: Begränsad risk för större börsnedgångar

La recessione è considerata la peggiore del paese dalla seconda guerra mondiale.

Le priorità di Draghi sono porre fine alla pandemia, porre fine alla campagna di vaccinazione e rimettere in piedi l’Italia con l’aiuto dell’Unione Europea. Si prevede che il Paese riceverà 200 miliardi di euro dal vasto pacchetto di sostegno dell’Unione Europea per affrontare il virus Corona, ma in cambio dovrà introdurre riforme potenzialmente impopolari che favorirebbero la crescita a lungo termine della terza economia più grande della zona euro.

Oggi l’unità non è un’opzione, l’unità è un dovere. Ma questo è un dovere guidato da ciò che sono certo ci accomuna tutti: l’amore per l’Italia, come dice Draghi in Parlamento.

Per aiutarlo, Draghi ha un gruppo di ministri con background politico e tecnocratico, ha riferito il sito di notizie Politico.

Nomi vecchi e nuovi

Diventa ministro delle Finanze Daniele Franco Che ha una lunga esperienza alla Banca Centrale Italiana, tra le altre, dove ha lavorato con Draghi. Ex leader del Movimento Cinque Stelle Luigi Di Maio Resta ministro degli Affari esteri e contribuisce così alla continuità del governo – proprio come lui Roberto Speranza Che continua a essere ministro della Salute.

annuncio

annuncio

Giancarlo Giorgetti Si prevede che Draghi, ministro dello Sviluppo economico e politico del partito della Lega, abbia una linea diretta con Draghi poiché si conoscono da anni. Procuratore generale Marta Cartabia Divenne una delle sole otto donne al governo e fu, tra le altre cose, la prima donna a ricoprire la carica di presidente della Corte Costituzionale italiana.

fatti

READ  Il CEO di SAS avverte: la Svezia è un mercato difficile

Mario Draghi

Mario Draghi è nato a Roma il 3 settembre 1947.

Dopo aver conseguito la laurea presso l'Università di Roma (La Sapienza) e il Massachusetts Institute of Technology negli Stati Uniti, ha insegnato all'Università di Firenze. La sua carriera è passata da posizioni di rilievo presso la Banca Mondiale, al Ministero delle Finanze italiano.

Nella sua posizione di Direttore Generale, ha supervisionato il più ampio processo di privatizzazione mai intrapreso in Italia. Durante questi anni, le condizioni finanziarie dell'Italia si stabilizzarono, il debito nazionale del paese diminuì e il paese divenne idoneo ad aderire all'Unione monetaria europea.

Dopo alcuni anni come amministratore delegato della banca d'investimento statunitense Goldman Sachs, una filiale di Goldman Sachs International, ha assunto la guida della banca centrale italiana. Pochi anni dopo, fu nominato responsabile della Banca Centrale Europea.

Nel ruolo di governatore della banca centrale, Draghi era ampiamente noto per aver creato stabilità nel mezzo della furiosa crisi finanziaria. Con l'aumentare della sua fama internazionale, gli fu dato il soprannome di “Super Mario”.

L'italiano è stato anche presidente dell'International Advisory Body del Financial Stability Board e dell'International Body of Central Bank Governors (GHOS).

Fonti: Enciclopedia Nazionale, Enciclopedia Britannica