TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Bjorn Wiemann: Non sei un ‘impegno per il clima’? sarà

Ho passato buona parte della mia estate in modo malsano con l’ex capo discografico come Jill Anderson Libro terribilmente spesso sulla sua vita nella musica svedese. È un racconto tentacolare, a volte patetico, ma anche profondamente umano di ascesa e caduta: un lento ma spietato addio a un mondo che cambia. Il titolo, arrivato in un momento opportuno, è tratto da una canzone di Eldecfarne: “Nobody Gets This Whole”.

Il cantante di Eldkvarn Per “Plura” Jonsson, che ha recentemente ricevuto una borsa di studio Evert Taube, è uno dei personaggi principali del libro. Questa settimana ha compiuto settant’anni e È stato intervistato sulla sua vita attuale come residente di una fattoria fuori Katarinaholm. “I boschi sono pieni di finferli e nei laghi ci sono pekibrush, persici e aragoste”, dice Blora. Per ottenere denaro dalla borsa di studio Evert Taube, sta considerando di affittare una casa sul Mediterraneo – “questo autunno quando le temperature saranno migliori”.

C’è il rischio che Plura deve aspettare un po’ di tempo per casa sua. Questa settimana, un termometro ha mostrato 48,8 gradi a Siracusa, in Sicilia, la temperatura più alta mai misurata in Europa. Allo stesso tempo, il calore della morte e gli incendi del disastro sono continuati in Grecia, Turchia e Algeria. questa settimana Rapporto di alto livello del Gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (IPCC)Il più completo in otto anni, afferma che i paesi del Mediterraneo, in particolare, saranno tra i più esposti al caldo estremo e alla siccità in futuro.

Quindi cosa hanno a che fare il rock dei vecchi uomini svedesi e i sogni di casa di Blora con il Comitato per il clima delle Nazioni Unite?

Quindi cosa hanno a che fare con questo il rock dei vecchi uomini svedesi e i sogni house di “Plura”? Bene, è un esempio di come le piccole cose ovvie nella vita di tutti i giorni creano il nostro mondo, il nostro linguaggio e la nostra autocomprensione. Ed è questa chiarezza che cambia quando il pesce persico scompare dai laghi, quando i finferli si seccano o quando la “casa sul Mediterraneo” non diventa più simbolo del bene della vita. Il mondo non è più riconosciuto. L’ordine del significato cambia.

READ  La Germania si avvicina alle vittime del disastro

Grande Rapporto delle Nazioni Unite Se il clima questa volta ha un impatto significativo. È ormai accertato oltre ogni ragionevole dubbio che gli eventi meteorologici estremi sono sempre più dovuti alle emissioni umane di gas serra, che il contenuto di anidride carbonica è più alto che mai negli ultimi due milioni di anni e che la temperatura è aumentata più veloce dagli anni ’70 che in qualsiasi altro momento, negli ultimi 2.000 anni e che dobbiamo affrontare conseguenze disastrose se si permette che il riscaldamento globale continui.

Foto: Claudio Bresciani/TT

Tuttavia, gli amplificatori della negazione e dell’indurimento del suono. Pontus Andersen, presidente dell’Unione municipale dei democratici svedesi a Helsingborg, ha scritto su Twitter: “Il rapporto IPCC è in tutto il suo splendore, ma qualcuno sa quanti anni dobbiamo cambiare prima che gli svedesi diventino una minoranza nel loro paese?” Moderato Il Parlamento Jan Eriksson a sua volta “I ghiacciai si sono sciolti dall’ultima era glaciale. È possibile che in alcuni luoghi si stiano sciogliendo insolitamente molto, e in realtà sembra così. Ma la domanda importante è se l’uomo lo controlli davvero?” – sebbene il Il rapporto delle Nazioni Unite ha appena dimostrato questa connessione. Ericsson ha anche affermato di essere più interessato al “candidato politico” alla guida dell’IPCC che al rapporto stesso.

Il rapporto IPCC ha Sicuramente ha superato un candidato politico. Tuttavia, non nel modo in cui lo immagina Jan Eriksson. Scrittore del clima americano Emily Atkins ha attirato l’attenzione questa settimana Il termine “combustibili fossili” non è affatto menzionato nel riassunto del rapporto di 42 pagine a cui partecipano la maggior parte dei decisori e degli individui. Parole come “petrolio” o “carbone” non sono incluse. Pertanto, a chiunque legga il riassunto verrà detto che le “attività” e gli “impatti” umani sono inequivocabilmente dietro i disastri climatici, ma non le “attività” o gli “impatti”. Imparano cosa succede al clima, ma non sanno perché succede e, soprattutto, non sanno chi è il responsabile.

Penso che sia questa assenza che crea la disperazione paralizzante e la disperazione di cui ho sentito tanto parlare durante la scorsa estate

Penso che sia questa assenza che crea la paralizzante disperazione e disperazione che ho sentito esprimere così tanto durante la scorsa estate. “Mi sento come se fosse completamente crollata”, dice un vicino che ho incontrato per strada. Non c’è da stupirsi, perché l’escalation della crisi climatica è vista come qualcosa che sta semplicemente accadendo, al di là del controllo umano.

Ma le “attività” umane Menzionato nel rapporto è molto specifico. Si tratta del brutale capitalismo di stato cinese, che dal 2000 ha rappresentato fino a due terzi dell’aumento delle emissioni globali. Compagnie petrolifere come Lundin Energy, che ha annunciato il giorno dopo la vittoria del rapporto delle Nazioni Unite sulle prime scoperte di petrolio in un nuovo giacimento in Norvegia. Sono i politici svedesi che, da un lato, giurano fedeltà al Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici (IPCC) e dall’altro concedono permessi per cemento dannoso per il clima e nuove autostrade.

I media hanno un ruolo centrale nel descrivere questa realtà. L’indignazione collettiva causata dal rapporto di allerta del Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici (IPCC) rischia di essere messa a tacere così rapidamente; Già pochi giorni dopo, ad esempio, molti media hanno riportato temperature estreme e incendi nell’Europa meridionale senza menzionare affatto il legame climatico.

Ma la crisi climatica sta arrivando non scompaiono. Permeerà ogni aspetto della vita in futuro e richiederà una nuova comprensione del mondo. Comprenderà tutto e tutti, dalle più grandi aziende di fossili alle minuscole aragoste e finferli al lago di Plura a Sormland.

Non sei “impegnato per il clima”? Lo sarai, che tu lo voglia o no.

Nessuno ne esce.

Leggi di più Bjorn Wiemann Chronicles. Iscriviti anche alla newsletter Settimana della cultura con Bjorn Wiemann Che arriva nella tua casella di posta ogni giovedì.