TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Asahara batte Zlatan, Kulusevsky e Milan-Juventus

Zlatan Ibrahimovic infortunato. Dejan Kulusevski in panchina.

A molti spettatori piacciono i fili d’erba verdi di San Siro.

Soffiato. Tecnologia gratuita. 0–0.

Sì, si trattava di alzare la posta con una settimana di quarantena.

Non è solo preparato per un classico incontro con punti vitali in gioco nella ricerca della comune avversaria e capolista Inter.

È anche pronto per un acceso duello svedese tra AC Milan e l’Inter quando si è, finora generalmente golosa e divertente, legaIl round avrà una finale ad alto numero di ottani.

Invece, è stata una serata di cui invece ci dobbiamo preoccupare.

Perché non ci stavamo divertendo.

Può darsi che alcuni abbiano già provato.

Come Milanes Raphael Leao – che non è stato solo colui che ha partecipato a tutto ciò che ha creato il Milan ma anche in generale sembra essere il pezzo offensivo più importante della squadra.

Come il capitano della Juventus Paulo Dybala – che era già l’attacco più importante per la sua squadra in assoluto, ma la sua brillantezza, tecnica e qualità raramente sono eguagliate dai compagni in modo un po’ rassicurante. Proprio come il trattamento che sembra aver ricevuto nelle trattative contrattuali che sembra significare, dal punto di vista della Juve, almeno preoccupante, il licenziamento a fine contratto quest’estate.

Verde come il mese settentrionale di gennaio

Come ho detto, ci hanno provato comunque.

Ma l’hanno fatto sull'”erba” che fa sembrare verde e artificiale il famigerato tappeto della Friends Arena. Lo stadio di San Siro che si è dimostrato a lungo teatro della Coppa di Calcio della scorsa settimana. Poi va detto che il piano in precedenza era sembrato esitante su passaggi a terra e finezza.

READ  Thorsby ha scherzato su Ronaldo: "Poi si è arrabbiato"

Allergico al verde come il mese settentrionale di gennaio.

E su questa superficie, due grandi squadre italiane hanno giocato 0-0. Senza sentirsi particolarmente vicini a ottenere un risultato diverso dal solo 0-0.

Forse il Milan di casa era più vicino a qualcosa. O almeno sembravano ancora più sconvolti quando l’arbitro Marco de Bello ha fischiato i 90 minuti e ha mostrato un calcio di taglio. Una partita in cui la maggior parte dei posti per gli spettatori sarebbe stata probabilmente vuota a causa delle restrizioni sulla pandemia. L’ampio sorriso del tecnico bianconero Massimiliano Allegri dopo il fischio finale era triste qua e là (per non parlare della cosa strana che il tecnico bianconero era contento del cross).

Non sei ancora depresso? Stiva della birra svedese.

Le immagini mostravano un tumore allo stomaco

Ovviamente hai un piccolo nodulo allo stomaco a causa delle immagini ingrandite della borsa del ghiaccio. Quello che giaceva lì sul tallone del già infortunato 40 anni Zlatan Ibrahimovic. A quanto pare è stato un tacco il motivo per cui l’attaccante svedese è stato rinviato in panchina dopo meno di mezz’ora di gioco a San Siro e ha dovuto rompere molto presto.

Ovviamente bisogna tener conto dei difetti qua e là per un giocatore che una volta arrivato al Milan sfida le leggi della natura.

Ma così come è assolutamente meraviglioso ogni volta che vedi una partita del Milan iniziata l’11 del 2022, è altrettanto triste ogni volta che ti rendi conto che non sarà per sempre.

Dejan Kulusevsky in panchina, che è stato sostituito per la prima volta dai tempi supplementari nella forma del gesto simbolico dell’alibi, si è divertito di più domenica. Domenica che ha dato solo ulteriori indicazioni sul fatto che lo svedese non sia già inserito nei piani di coach Allegri.

READ  Il suono dell'acqua è sbagliato, giusto? » Norra Halland - Il più grande quotidiano di Kungsbacka

Ma da solo potrebbe non essersi divertito molto in campo.

Perché non hai davvero trattato un singolo giocatore per dover passare attraverso quella settimana di quarantena per partecipare a un evento calcistico.

Inserito:

Sportbladet – Allsvenskan

Iscriviti alla newsletter su Allsvenskan: record, rapporti, interviste, recensioni e valutazioni.