TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Appartamento di Östermalms e milioni in una ciotola quando l'HD viene testato sospettato di affittare una strada

Appartamento di Östermalms e milioni in una ciotola quando l’HD viene testato sospettato di affittare una strada


Stoccolma

C’è molto in gioco quando la Corte Suprema deve pronunciarsi su un caso sospetto di affitto di una strada. Se l’inquilino perde, perde il suo appartamento a Östermalms e deve pagare milioni di spese legali. Ma se vince, il mercato degli affitti di appartamenti in hotel potrebbe cambiare radicalmente, a vantaggio degli inquilini.

Foto: Christopher Rostlund-Johnson

L’appartamento dell’inquilino si trova in Sibyllegatan 63, Östermalm.

Negli ultimi anni, il numero di società che agiscono come broker di noleggio per agenti immobiliari Gli affitti basati su rendita usuraria sono aumentati in modo significativo. Qualcosa che Hem & Hyra ha riportato in molti articoli. Ma ora la Corte Suprema esaminerà un caso che scuoterà il mercato degli immobili in affitto come appartamenti serviti.

Lo sfondo è che il padrone di casa ha affittato un appartamento a Östermalm a un’azienda, che a sua volta lo affitta a un uomo d’affari ed ex diplomatico. Ma l’inquilino è stanco di pagare 23.000 SEK al mese per un terzo e dopo un po’ Hanno lottato per riavere l’affitto.

L’inquilino ha anche affermato che esisteva un rapporto fiduciario tra il proprietario e la società da cui aveva affittato l’appartamento. Credeva che fossero collusi tra loro e che lo scopo del piano del proprietario fosse quello di essere in grado di addebitare un affitto superiore all’affitto e di eludere la legge sull’affitto in modo che l’uomo d’affari non ricevesse protezione della proprietà.

Ma quando l’inquilino ha citato in giudizio il padrone di casa, ha perso sia nel tribunale distrettuale, sia nella corte d’appello, sia È stato condannato a pagare le spese processuali all’altra parte per un importo di SEK 470.000. Inoltre, ha pagato un milione di corone al suo avvocato. La Corte d’Appello di Sophia ha stabilito che non vi era alcun interesse sociale, il cosiddetto rapporto Bulvan, tra l’ospite e la società che aveva affittato il suo appartamento a canone usurario.

READ  Aumenta gli imbrogli con i contachilometri sulle auto usate
decisione unica

Ma ora la Corte Suprema sembra ritenere necessario un precedente su come i tribunali valuteranno casi simili e ha deciso di autorizzare l’uomo a ricorrere in appello. Una decisione insolita visto che quasi 100 dei circa 6.000 ricorsi inviati ogni anno alla Corte di Cassazione sono ammessi al ricorso.

L’inquilino vede il caso considerato dalla Corte Suprema come una vittoria in sé e per sé.
– Se vinco, penso che il mercato con i broker scomparirà perché ho il diritto di proteggere il possesso e ottenere un contratto diretto. Ma se l’host vince, significa che il mercato degli affitti è completamente sbilanciato, e c’è un modo perfettamente legale per aggirare il diritto di possesso e allo stesso tempo addebitare affitti molto alti se ci si avvale di un intermediario. Poi penso che ci sarà un’opinione pubblica forte a modificare la normativa in modo che non sia possibile farlo, dice l’uomo che desidera rimanere anonimo.

Rischiando di perdere milioni e appartamenti

Finora, la battaglia legale gli è costata più di 1,4 milioni. Se perde in Cassazione, potrebbero essere alcune centinaia di migliaia di spese per coprire le proprie spese legali e quelle della controparte. Probabilmente si libererà anche dell’appartamento di 91 metri quadrati a Sibyllegatan.

Se vince, invece, il padrone di casa rischia di pagare le spese processuali e l’inquilino rischia di tenere l’appartamento.
A volte devi prendere una posizione e io non sono concentrato sui soldi, posso permettermi di combattere questa battaglia. È una questione di principio della massima importanza. Se non lo eseguo io, chi lo farà? Per esempio, cosa dovrebbe fare un pensionato che è costretto a pagare l’affitto usurario ma non ha soldi da fare, dice.

READ  Organizzazione | Università di Göteborg

Hem & Hyra hanno cercato inutilmente il proprietario e il suo rappresentante legale. Nella sua dichiarazione giurata alla Corte Suprema, il padrone di casa ha scritto che non c’era alcun rapporto tra lui e la società che aveva affittato il suo appartamento. Afferma che il piano è nato perché voleva affittare l’appartamento a società con contratti a breve termine per potervi accedere facilmente come appartamento sgomberato se ne avesse bisogno per un inquilino il cui appartamento era in fase di ristrutturazione. Afferma inoltre che è stata la sua società di gestione ad affittare l’appartamento a Sibyllegatan alla società che fungeva da intermediaria e che non aveva una buona conoscenza delle operazioni della società.

La decisione della Suprema Corte ha conseguenze disastrose

Secondo Susanna Skogsberg, avvocato federale presso la Tenants Association, chi ha seguito la domanda, È probabile che il giudizio di HD abbia conseguenze disastrose per il mercato poiché le proprietà in affitto vengono affittate a canoni elevati con l’aiuto di intermediari.

– Sarebbe interessante avere chiarimenti su questo argomento. Se HD giunge alla conclusione che si tratta di una relazione fortuita, probabilmente limiterà il mercato per consentire l’affitto di proprietà tramite intermediari in operazioni simili a quelle di un hotel, afferma.

Non è ancora stato deciso quando la Cassazione si pronuncerà sul caso.