TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Alta prevalenza di infezione nella destinazione di vacanza preferita dagli svedesi

Alta prevalenza di infezione nella destinazione di vacanza preferita dagli svedesi

Questa settimana ci sono stati avvertimenti di un’ulteriore diffusione dell’infezione tra gli svedesi di ritorno dalla Spagna, che venerdì hanno nuovamente inasprito le restrizioni, incluso un coprifuoco notturno tra il 01-06 in diverse aree.

La Catalogna è stata la più colpitaChe viene descritto come il punto di partenza della “quinta ondata” che si è diffusa in tutto il Paese. Il tasso di infezione è di circa 86 ogni 100.000 residenti al giorno e nella contea 535 persone sono ora curate in unità di terapia intensiva. Secondo El País, è segnalato in media Circa 5.760 nuovi casi al giorno nell’ultima settimana e i pazienti Covid occupano il 40% dei pronto soccorso. Gli ospedali sono stati invitati a rinviare tutte le cure non essenziali per liberare il potenziale per la pandemia.

La Spagna è stata di gran lunga la destinazione più popolare durante il secondo trimestre di quest’anno, secondo le informazioni provenienti dalla Svezia lette da DN. Circa 88.000 voli, di cui poco più di 9.000 registrati per Barcellona.

Ma ci sono obiettivi più favoriti per gli svedesi che ora hanno una maggiore prevalenza di infezione.

La Turchia al terzo posto Una destinazione popolare, con 56.000 prenotazioni, di cui 46.000 a Istanbul.

Anche in Turchia la curva dei contagi ora è molto ripida. Secondo Il nostro mondo in dati La media mobile di sette giorni di poco più di 13.000 casi al giorno nel paese. Francia e Grecia mostrano tendenze simili, mentre i Paesi Bassi hanno una bassa prevalenza di infezione.

Cipro è stata contrassegnata come cosmopolita punto di accesso io posto la corona di Washington, con 73 casi ogni 100.000, e anche Regno Unito, Portogallo e Paesi Bassi sono tra i 12 più colpiti al momento.

READ  Il gruppo di gioco Embracer stabilisce record di profitti e vendite

Nel Regno Unito, sebbene la diffusione del contagio sia diminuita drasticamente, il Paese rimane il più alto d’Europa in termini di numero di casi.

Per ogni 100.000 residenti scende a 49.

Spagna e Francia hanno una media di circa 26.000 e 19.000 casi al giorno, rispettivamente, secondo Our World in Data.

Sebbene la tendenza nei paesi sia che le infezioni stiano aumentando rapidamente ora, è da livelli bassi e il tasso di mortalità nei paesi colpiti dalle prime ondate non può essere confrontato, un effetto della vaccinazione intensiva.

Durante il secondo trimestre dell’anno, il traffico aereo dalla Svezia è aumentato, ha dichiarato la Svezia in un comunicato stampa. Tuttavia, l’aumento è venuto da livelli bassi e il numero di passeggeri quest’anno è stato inferiore dell’85% rispetto al secondo trimestre del 2019.

Secondo Hans Rimvig, analista del turismo presso la società di consulenza Resurs för Resor och turism, la scelta delle destinazioni per le vacanze è più o meno la stessa di prima della pandemia. Ciò coincide con i paesi in cui la diffusione dell’infezione è ora in aumento.

Si potrebbe dire che continui a viaggiare verso destinazioni tradizionali, ma in misura minore rispetto a prima. Vediamo che la Spagna e la Grecia rimangono la destinazione preferita per gli svedesi quest’estate come negli anni precedenti, dice.

La differenza rispetto agli anni precedenti è che le città più piccole e le città di altri paesi hanno ricevuto una spinta. Nelle città più grandi, le restrizioni sono un po’ più severe. In Spagna, ad esempio, l’Andalusia nella parte meridionale del paese è più aperta rispetto alla grande città di Barcellona, ​​​​che ha portato a più svedesi che vi viaggiano quest’anno, secondo Hans Remvig. Le statistiche dalla Svezia puntano nella stessa direzione: Malaga in Andalusia è stata la località più popolare della Spagna per gli svedesi durante il secondo trimestre di quest’anno.

Hans Remvig è analista del turismo presso Resurs för Resor och turism. Secondo lui, alcuni svedesi continuano a viaggiare verso le loro destinazioni preferite quest’estate, nonostante l’aumento della diffusione dell’infezione.

Ma entrambe le regole di ingresso e Le restrizioni possono cambiare rapidamente se l’infezione peggiora. Così Hans Rimvig incoraggia gli svedesi a pensare alle conseguenze dei viaggi di vacanza, sia per loro che per la destinazione prevista.

Devi essere molto contenuto e pensare con la tua testa. Se mi ammalo durante il volo, ci saranno abbastanza posti medici e peserà sulle cure nel paese? Dovresti anche pensare a cosa succede se c’è una chiusura e cosa succede quando torni a casa, dice.

Nella situazione attuale Sono stati esclusi più di 60 paesi Dai consigli generali del Dipartimento di Stato sui viaggi non essenziali. Il consiglio vale per il resto del mondo, Turchia compresa.

Alla domanda se il Ministero degli Affari Esteri sconsiglia di viaggiare in paesi con un’alta incidenza di infezione, il ministro degli Esteri Joachim Lydebak ha risposto in una e-mail: “Lo strumento di consulenza del Ministero degli Esteri si basa su una valutazione completa, non solo sulla diffusione dell’infezione. Stiamo seguendo da vicino gli sviluppi in Europa e per uno stretto dialogo con l’Agenzia svedese per la sanità pubblica. Non si possono escludere decisioni consultive per i paesi dell’UE. Si noti, tuttavia, che il fatto che non vi sia deterrenza per la maggior parte dell’Europa non significa che è sicuro viaggiare in questi paesi.”

Leggi di più:

Diversi paesi si sono ritirati – restrizioni reintrodotte

I turisti europei vaccinati evitano la quarantena in Inghilterra