TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

58 raccoglitori di bacche infetti da COVID-19 - continua a lavorare

58 raccoglitori di bacche infetti da COVID-19 – continua a lavorare

Venerdì, 58 dei 76 raccoglitori di lamponi che hanno viaggiato dalla Thailandia a Tväråsel, nel comune di Alvespen, hanno confermato di aver contratto il virus covid-19. Il giorno dopo, sabato, Katharina Lundberg, business manager per il cliente svedese di un datore di lavoro thailandese, Norskenspar, ha affermato che i raccoglitori di bacche erano di nuovo in attività.

– Si sentono bene e possono tornare di nuovo nella foresta, ma non dovrebbero contattare altre persone, dice.

Secondo Jonas Hanson, I medici assistenti al controllo delle infezioni a Norrbotten, tutti del gruppo, sono stati testati per COVID-19 dopo che il dipartimento di controllo delle infezioni del distretto è stato coinvolto nel caso. Coloro che sono risultati positivi devono anche aver ricevuto informazioni sulla tracciabilità dell’infezione e sulle misure di controllo dell’infezione e vivono a distanza dalla popolazione locale della zona. E secondo Jonas Hanson, il lavoro dei raccoglitori di bacche è di nuovo “nessun problema”.

– Non ho problemi con loro al lavoro, purché non espongano nessun altro, dall’esterno, all’infezione. Inviamo informazioni sul controllo delle infezioni e codice di condotta che non devono esporre nessun altro all’infezione. E tutti sono campionati, ed è quello che possiamo fare.

Jonas Hanson, MD, un assistente medico per il controllo delle infezioni a Norrbotten.

Foto: Anders Alm

Anche collezionisti di lamponi 18 Coloro che non sono risultati positivi al covid-19, secondo Jonas Hanson, dovrebbero essere considerati infetti, perché il gruppo ha vissuto e socializzato a lungo a stretto contatto.

– In linea di principio si può presumere che tutti siano stati esposti al virus, afferma.

Non è chiaro quando i raccoglitori di bacche verranno infettati. Secondo Jonas Hanson, questo potrebbe essere un grave focolaio nel villaggio madre. Quando si parte dalla Thailandia, afferma Catarina Lundberg di Norrskensbär, citando le informazioni di un datore di lavoro thailandese, tutti devono aver presentato un test PCR negativo. Il gruppo dovrebbe anche essere esortato a stare lontano dalla gente del posto in Svezia.

Katharina Lundberg afferma che al momento dell’ingresso non hanno seguito le raccomandazioni più rigorose dal 12 luglio, il che significa che i viaggiatori provenienti da paesi non del nord devono essere testati per il coronavirus all’arrivo.

Secondo lei, la responsabilità spetta principalmente al datore di lavoro.

– Non avevamo idea che sarebbe successo. Non siamo datori di lavoro e non siamo quelli che li hanno portati oltre confine. Ma è chiaro che anche noi come clienti abbiamo una responsabilità. Dice che vorrei davvero che potessimo annullarlo.

Anche da molti altri posti Ci saranno allarmi sulla diffusione dell’infezione tra i raccoglitori di lamponi. Nella regione di Jämtland, 23 su un totale di 117 raccoglitori di bacche a Bispgården sono risultati positivi al covid-19. Due terzi dei nuovi casi di covid-19 scoperti nell’ultima settimana sono lavoratori stranieri che lavorano nella provincia e negli stati SVT. A Västerbotten, dove è stata riscontrata un’infezione in una struttura, ci sono meno di cinque casi, secondo Therese Thunberg, assistente medico distrettuale per il controllo delle infezioni.

Venerdì, le regioni settentrionali e l’industria dei frutti di bosco hanno tenuto una riunione di coordinamento sul controllo delle infezioni.

– È qualcosa che abbiamo visto durante la pandemia con le aziende infette nei loro locali. Annika Ersson, un medico per il controllo delle infezioni a Jämtland, dice a SVT che non c’è nulla di unico in questo focolaio.

Le risposte sul fatto che i raccoglitori di lamponi siano stati infettati dalla variante delta dovrebbero essere ritardate alla prossima settimana, perché il risultato richiederà più tempo per ottenere il risultato, ha scritto il distretto di Norrbotten in un comunicato stampa.

Leggi di più

Segui i rapporti in diretta di DN sulla pandemia di Corona

READ  Lo sviluppo economico si è arrestato in Finlandia negli ultimi dodici anni