TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Zero rifiuti in discarica nello stabilimento ABB di Frosinone, Italia

Zero rifiuti in discarica nello stabilimento ABB di Frosinone, Italia

  • L’ultimo traguardo di sostenibilità per il Global Production Center è che in soli due anni ha raggiunto l’obiettivo di smaltire gli scarti di produzione in discarica.
  • Lo standard, fissato dallo stabilimento di Frosinone, rafforza l’impegno di ABB nella conservazione delle risorse dopo aver ridotto complessivamente gli sprechi del 27% in azienda tra il 2013 e il 2020.

Zero rifiuti di produzione in discarica è stato raggiunto presso lo stabilimento di produzione ABB Smart Power di Frosinone, in Italia, 14 anni in anticipo rispetto all’obiettivo del pacchetto UE sull’economia circolare con un massimo del 10% in discarica entro il 2035.

Spinta dalla rapida urbanizzazione e da una popolazione in crescita, si prevede che la produzione annua globale di rifiuti aumenterà fino a 3,4 miliardi di tonnellate nei prossimi 30 anni, con un aumento di 2 miliardi di tonnellate rispetto al 2016. Circa il 37% di questi rifiuti globali viene smaltito nelle discariche1. La discarica, che è stata a lungo la misura standard per lo smaltimento dei rifiuti in tutto il mondo, è considerata insostenibile. La terra adatta si sta esaurendo e le discariche stanno contribuendo al cambiamento climatico attraverso alti livelli di metano e anidride carbonica provenienti da rifiuti in decomposizione che avrebbero potuto essere riutilizzati.

Lo stabilimento ABB di Frosinone, aperto nel 1969, è un centro di eccellenza all’interno di ABB per lo sviluppo e la produzione di interruttori di bassa tensione. La struttura di 150.000 metri quadrati con 800 dipendenti è altamente automatizzata e produce più di tre milioni di taglierine all’anno. Le autorità italiane hanno identificato Frosinone come una struttura modello per la trasformazione digitale e le strategie di Industria 4.0 che promuovono processi intelligenti, digitali e connessi che aumentano l’efficienza lungo tutta la catena del valore. Il raggiungimento di zero scarti di produzione in discarica era un programma che copriva l’intero impianto.

ABB sta riducendo costantemente la propria impronta ambientale riducendo i rifiuti e implementando programmi di riciclaggio presso i propri stabilimenti in tutto il mondo, sulla base di una riduzione complessiva dei rifiuti del 27% ottenuta nel periodo 2013-2020. “La conservazione delle risorse è una pietra angolare della strategia di sostenibilità 2030 di ABB e lo smaltimento dei rifiuti nelle discariche (dove le condizioni locali lo consentono) è un obiettivo tangibile”, ha affermato Theodore Swedgemark, Direttore delle comunicazioni globali e della sostenibilità di ABB. “Il risultato di riferimento con zero scarti di produzione in discarica, ottenuto presso lo stabilimento ABB di Frosinone, è la prova dei progressi rapidi e misurabili di questa strategia e di un processo più circolare mentre ci allontaniamo dal modello di usura insostenibile”.

Giampiero Frisio, Responsabile Smart Energy, afferma: noi Ha dimostrato nello stabilimento di Frosinone che con il giusto atteggiamento e l’impegno di tutti sul lavoro si può arrivare a zero rifiuti in discarica. Da quando abbiamo realizzato le nostre ambizioni zero rifiuti nel 2017, quest’ultimo risultato dimostra come stiamo aprendo la strada a cambiamenti positivi lungo l’intera catena di produzione e offrendo soluzioni più sostenibili a tutti i nostri stakeholder”.

La formazione del personale è stata fondamentale per educare, responsabilizzare e costruire il comportamento e la cultura corretti per il progetto, poiché non vi sono rifiuti di produzione nelle discariche. Gli argomenti hanno riguardato la gestione dei rifiuti in conformità con la legislazione ambientale vigente e l’importanza della raccolta differenziata. Coinvolgendo le squadre, il personale addetto alla movimentazione diventa sempre più coinvolto nella corretta gestione dei rifiuti.

Lo smistamento e l’identificazione dei rifiuti sono organizzati nel luogo di origine dei rifiuti. Ci sono circa 150 diversi contenitori per rifiuti etichettati e contenitori separati per carta, cartone e plastica in ogni luogo di lavoro. Viene codificata la stessa quantità di rifiuti di prima, ma all’aumentare del grado di cernita si ottiene anche una maggiore percentuale di riciclo.

L’unità produttiva ABB Smart Power di Frosinone sta studiando azioni più sostenibili che riducano le emissioni di anidride carbonica attraverso processi di ottimizzazione lungo tutta la catena di approvvigionamento, un processo di produzione circolare, ridotte esigenze di trasporto e maggiore riciclaggio della plastica.

Maggiori informazioni sulla strategia di sostenibilità di ABB https://global.abb/group/en/sostenibilità.

Fonte: 1 Tendenze nella gestione dei rifiuti solidi (worldbank.org)

FIGURA (ABBN: SIX Swiss Ex) è un’azienda tecnologica globale leader che guida la trasformazione della società e dell’industria per un futuro più produttivo e sostenibile. Collegando il software con i prodotti nei settori dell’elettricità, della robotica, dell’automazione e del movimento, ABB crea soluzioni che spingono le possibilità tecnologiche a nuovi livelli. Il successo di ABB si basa su una lunga storia di leadership tecnologica che risale a oltre 130 anni ed è sostenuta da circa 105.000 dipendenti qualificati in più di 100 paesi. www.abb.com

Nota: questa è una traduzione svedese del comunicato stampa inglese di ABB datato 14 settembre 2021 e può essere letta integralmente su abb.com/news. In caso di domande sull’interpretazione, si applicherà il comunicato stampa in lingua inglese.

ABB Svezia

Kristen Gunnarson
responsabile stampa
+46 21 32 32 32
[email protected]

tag:

READ  Questo è il sogno che ti porterà ai vertici del mercato azionario