TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Yemane Haileselassie si allontana dai Campionati Mondiali IAAF di Eugene

Quattro atleti eritrei di atletica leggera sono scomparsi dopo un bagno a Eugene.

Uno di questi è la star Yemane Haile Selassie che è arrivata settima nella finale dei 3000 m ostacoli.

La Coppa del Mondo di atletica leggera è finita e due giorni dopo il torneo, ora gli Stati Uniti hanno ricevuto informazioni sulla scomparsa di cinque persone della nazionale eritrea.

Il canale televisivo ha detto che circa quattro atleti di atletica leggera e un’altra persona avrebbero dovuto essere denunciati domenica alla polizia. Fox 12 dell’Oregon.

I dispersi sono Haptom Keleta, 18, Marhawi Tweldeberhan, 18, Andy Philimon, 24, Yamani Haile Selassie, 24, e Berhe Negus, 44.

Yemane Haileselassie è arrivato settimo nei 3000 metri a ostacoli e ora si sta perdendo.

Quinto alle Olimpiadi

Il nome più grande tra la folla è Yemane Haileselassie che è arrivato settimo nella finale dei 3000 m ostacoli.

Detiene il record nazionale di distanza e ha gareggiato sia alle Olimpiadi del 2016 che del 2021. Alle recenti Olimpiadi, Haileselassie si è piazzato quinto nei 3000 m ostacoli.

Secondo Fox 12, le circostanze che circondano la situazione rimangono poco chiare, ma l’FBI e la polizia di stato dell’Oregon sono a conoscenza della scomparsa degli atleti.

Scomparse precedenti

Anche in passato gli atleti eritrei sono scomparsi a causa dei tornei in vari sport.

Uno di loro è Weynay Ghebresilasie, che corre anche i 3.000 metri a ostacoli e ha gareggiato alle Olimpiadi nel 2012. Si è stabilito in Inghilterra e ha detto che il viaggio era dovuto a una carenza di diritti umani in Eritrea.

READ  L'Italia offre una ricompensa per le auto elettriche e incoraggia lo smaltimento delle vecchie auto a combustione

Secondo l’organizzazione per i diritti umani Human Rights Watch Il regime eritreo è considerato uno dei regimi più repressivi al mondo. Tra l’altro, la sua popolazione è soggetta a diffuso lavoro forzato e coscrizione e limita la libertà di parola e di religione.