TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un numero record di britannici dipendenti dalle banche alimentari

Un numero record di britannici dipendenti dalle banche alimentari

Secondo un sondaggio, quasi il 90% delle banche alimentari del Regno Unito ha visto un aumento significativo dei visitatori negli ultimi due mesi rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Da Ifan (rete indipendente di aiuti alimentari).

La metà delle banche alimentari intervistate afferma inoltre che dovrà ridurre gli aiuti o respingere nuove persone che si candidano alle operazioni, se il bisogno continua a crescere, Osservatore scrive.

Le aziende stanno anche attestando che i prezzi dilaganti di cibo ed energia negli ultimi anni hanno portato a nuovi gruppi come operatori sanitari e insegnanti che ora si uniscono sempre più ai visitatori.

“Molti stanno perdendo l’equilibrio”

Secondo Sabine Goodwin, coordinatrice di Ivan, ci sono anche molte indicazioni che per molti inglesi la situazione non farà che peggiorare.

– È chiaro che durante l’inverno molte persone hanno cercato di sbarcare il lunario con denaro preso in prestito e debiti accumulati, il che significa che alla fine perderanno l’equilibrio, ha detto al quotidiano britannico.

L’inflazione alimentare nel Regno Unito ha raggiunto un livello record del 16,4% per qualche tempo, il livello più alto dal 1977. In particolare, i prezzi di alimenti di base come latte, burro, formaggio e uova sono aumentati vertiginosamente, mettendo sotto pressione le banche alimentari del paese e aumentando ad un ritmo rapido.

L’inflazione dietro l’ondata di sciopero

L’inflazione dilagante unita a un aumento record dei prezzi dell’energia è anche alla base dell’ondata di scioperi che ha scosso il paese negli ultimi mesi. Tra gli altri, infermieri, operatori delle ambulanze e insegnanti hanno sospeso il lavoro per protestare contro il deterioramento delle condizioni di vita.

READ  Continua la forte pressione su Bitcoin - Nuovo clic oggi

Il crescente bisogno di aiuto tra i britannici si aggiunge al pesante carico di lavoro dei volontari che lavorano nelle banche alimentari del paese, secondo Sabine Goodwin.

– Siamo pazienti, ma il bisogno non finisce. Come volontario, spesso senti che il nostro aiuto non è sufficiente, dice a The Observer.

Secondo il Trussell Trust, che gestisce più di 1.300 banche alimentari nel Regno Unito, il bisogno di aiuti nel Paese non è mai stato così grande come quest’inverno.

L’ente di beneficenza Joseph Rowntree riferisce che più di 14,5 milioni di persone vivono in povertà nel Regno Unito. 4,3 milioni di questi sono bambini.

L’inflazione alimentare nel paese è al livello record del 16,4%, mentre i costi del gas sono circa il 130% più alti rispetto a un anno fa.