TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

citat ikon

Un grosso colpo fiscale per tutti coloro che risparmiano in corone islandesi: i contribuenti

L’abolizione della tassa sul welfare nel 2020 e dell’imposta aggiuntiva del 5% sui redditi alti si è rivelata la soluzione perfetta. Buon lavoro allo Stato e al popolo. La tassa sul welfare ha portato nelle casse del Tesoro solo una manciata di miliardi perché ha ridotto gli incentivi al lavoro, paralizzando l’orario di lavoro e quindi le entrate fiscali. Quando l’imposta fu abolita, i redditi di coloro che evitarono di pagare l’imposta aumentarono così tanto che le altre tasse pagate coprirono la perdita, due volte. Appare il primo corretto valutazione Che ora è completo. In altre parole, l’eliminazione della tassa è stata una grande vittoria per il pubblico, e una vittoria ancora più grande per la società.

Gli effetti negativi delle elevate tasse sul lavoro sono noti da molto tempo. Noi di Skatepitalarna abbiamo più volte sottolineato che le tasse svedesi sui redditi alti sono così elevate da essere direttamente dannose. È così elevato che le entrate fiscali stanno effettivamente diminuendo. Per coloro che sono interessati a finanziare interessi comuni, questo è un grosso problema, perché vengono condivise meno risorse. Per coloro che hanno a cuore la nostra prosperità futura, il problema è ancora più grande, perché questi calcoli tengono conto solo delle entrate statali.

Se guardiamo invece alla creazione di ricchezza che non avviene, le conseguenze sono ancora maggiori. Evo inserzionista Tra le altre cose, la graduale eliminazione della detrazione fiscale sul lavoro attuata dal governo del Partito socialdemocratico nel 2016, che di fatto rappresenta un’altra tassa sull’assistenza sociale, ha portato il gruppo interessato ad abbassare i propri redditi rispetto agli altri. Aumentare le tasse non ha portato soldi allo Stato, ma è una pura perdita; Per i lavoratori salariati e il settore pubblico.

READ  Ricercatori: combattere l'inflazione può far crollare l'economia

È giunto il momento che il governo affronti queste tasse dannose adesso. Il primo passo è eliminare gradualmente la detrazione fiscale sul lavoro già all’inizio dell’anno. Il passo successivo, quanto mai necessario, è quello di ridurre almeno della metà l’imposta statale sul reddito, preferibilmente già a fine anno. Ciò renderebbe l’attività più redditizia e darebbe alla Svezia una spinta alla crescita. Considerato il livello dannoso delle tasse, ciò può accadere con meno soldi a disposizione per l’assistenza, la scuola e l’assistenza, anche a breve termine.

Eric Bengtzbue

Economista capo dei contribuenti