TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Thomas Nordal festeggia 75 anni in un ceppo nei boschi a Berkslage

La finale di Champions League di quest’anno nel calcio maschile si svolge nello stadio di casa del Porto, l’Estadio do Draco. Manchester City contro Chelsea.

– Mia moglie Kitten e io saremmo andati lì e avremmo guardato la partita. Avevo programmato di festeggiare il mio 75 ° compleanno nel miglior live di calcio, ma ora non sarà così, dice Thomas Nordall.

L’epidemia di corona è il luogo in cui il futuro giubileo e sua moglie hanno vissuto nella loro piccola bolla nell’ultimo anno.

– Niente come prima, ma non mi lamenterò. Thomas Nordall dice che eravamo sani. Ci saranno più viaggi.

Come festeggerai adesso?

– Sarà a Nora a Berkslegen. Ho comprato una casa estiva lì ad Anderlecht per i miei primi soldi da professionista. Questo non ha senso. Kidan e io abbiamo trascorso quasi tutto il nostro tempo a Nora durante le epidemie.

Un grande interesse per il calcio

Ci sarà una festa più grande?

– No, siamo io e Kitten. Ci sedevamo su un ceppo nel bosco e aprivamo la bottiglia di schiuma. Sarà diverso, ma decisamente più fantastico. Quindi festeggiamo con parenti e amici.

Thomas Nordal con sua moglie Kitten e il figlio Christopher.

Foto: Jismark Street

Come sarà la finale tra Manchester City e Chelsea in TV?

– Ovviamente potrebbe non sembrare la stessa cosa, ma amo così tanto il calcio, non vedo l’ora che arrivi la partita.

Hai giocato nella nazionale, allenato a livello elitario e hai lavorato nel calcio come esperto in televisione. Sei mai stato stanco di quel piccolo giocattolo rotondo?

– No, sono molto interessato al calcio. Guardo quante più partite posso da AllSvenscon e Serie A. Inoltre trofei e campionati internazionali. Da quando ho iniziato a metà degli anni Cinquanta non ho perso una sola finale di Coppa dei Campioni, che oggi è la Champions League.

Figlio di Thomas Gunnar Nordal.

Gunnar Nordal è una leggenda in Svezia e in Italia.

READ  Alibi Bar & Grill, un nuovo ristorante locale italiano / cajun, arriverà presto nell'ex Saint Street Hotel - Emerging Lafayette

Ha vinto cinque volte il campionato di tiro di Serie A. L’enorme carro armato centrale, che ha tirato abbastanza forte da rompere il pallone, ha segnato 291 gol in 225 partite in Italia.

La famiglia Nordal emigrò a Milano nel 1949.

– Thomas Nordall dice che sono nato a Norcopping, ma avevo solo pochi anni quando mio padre ha iniziato a giocare per il Milan.

Cosa sta crescendo in Italia?

– Bene, questo è un momento fantastico. Avevo 14 anni quando siamo tornati a casa.

Come hai affrontato la lingua?

– L’italiano è in realtà la mia prima lingua. Non c’erano scuole internazionali negli anni ’50. Ho finito una scuola italiana e ho dovuto imparare subito la lingua.

Thomas Nordal con la maglia del Milan in Italia all’inizio degli anni ’50.

Foto: GRAN ALGÅRDS SAMLING / COLLEZIONI MUSTANG / IBL

La famiglia nordica in Italia nei primi anni ’50 con la madre Irma, il padre Gunner e il figlio Thomas.

Foto: GRAN ALGÅRDS SAMLING / COLLEZIONI MUSTANG / IBL

Thomas Nordall ricorda la corsa da ragazzo come simbolo a San Siro di Milano e allo Stadio Olimpico di Roma.

– Mia madre diceva sempre che parliamo svedese e tu risponderai in italiano. Ho dovuto aiutare a tradurre lo svedese diverse volte. L’ho fatto molte volte per Gray-No-Li (il trio svedese Gunnar Gren, Gunnar Nordal e Niles Lighthome a Milano).

Firmato per la Juventus

Quanti contatti hai con l’Italia oggi?

– Ho molti vecchi amici della scuola e del calcio. Adesso è un momento diverso, ma sono andato giù ogni mese prima dell’epidemia.

– L’epidemia ha colpito duramente l’Italia. I miei amici mi hanno detto che mi hanno visto ascoltare attraverso le loro finestre ogni giorno per un anno. Più di mille persone sono morte in un giorno per un po ‘, e ora i numeri sono fortunatamente andati nella giusta direzione, ma molte di più muoiono ogni giorno.

READ  Ministro degli Esteri italiano: non sono tollerate sfide e azioni unilaterali contro Cipro

Prima di trasferirsi a Orebro SK, Thomas Nordal ha debuttato da adolescente per i Decorfors ad Allsvensk ான n.

Nel 1968 è diventato un professionista alla Juventus, in Italia.

Ma poco dopo che la Svezia ha firmato il suo primo contratto professionale, la Lega italiana ha introdotto restrizioni all’importazione per i giocatori stranieri.

– Lo devo all’Anderlecht belga, dice Nordal, che ha segnato 26 gol in 75 partite.

Dopo la sua carriera calcistica Orifro è entrato a far parte dell’SK. Tornò a casa, stagione 1979-1980 B.K. Finito in avanti.

L’ultima volta che Nordal ha lasciato il campo, ha segnato 110 gol di Alswenskan e 15 presenze in nazionale con la Svezia.

Ma il 34enne ha trovato difficile rinunciare al gioco che aveva imparato ad amare così tanto.

Una vita di allenamento attesa in un angolo.

Ha prosperato a Sandvigan

Tra il 1981 e il 1984 ha avuto un grande successo nella Sandvikens IF Division 2 North.

– Avevamo una buona squadra e abbiamo combattuto al piano di sopra con Dijkorden e Jeffel per andare all’Allsvenscon. Mi sono davvero divertito a Sandwigan.

– Ho lavorato part-time nel settore dell’informazione sui panini. La famiglia rimase vicino a stare a Sandwig. Se non fosse stato per lo sciopero di Sandwick, sarei comunque rimasto lì.

Thomas Nord ha anche allenato club come Motala AIF e IFK Norcoping.

Durante il periodo in cui Thomas Nordal era l’allenatore dell’IFK Norcoping.

Foto: Agenzia di immagine

Ma una nuova carriera attendeva.

Thomas Nordal è diventato un esperto televisivo di calcio italiano.

Prima su TV4, poi su Vyasat.

– Vyasat trasmette la partita di Serie A con sede a Londra. Sono stato nel Regno Unito ogni fine settimana durante la stagione.

Thomas Nordal è stato in Violet per 16 anni.

– Mi è piaciuto molto il calcio. Prima da mio padre Gunnar, poi da me come giocatore, allenatore e commentatore televisivo. Ho visto grandi stadi e incontrato i migliori giocatori del mondo.

READ  Scanschoff ha progettato il Family Park di Göteborg sopra

Senza guardare indietro

Eri entrambi un esperto, un commentatore e hai fatto dichiarazioni acclamate durante il tuo tempo televisivo. Cosa si chiama Nordal e funziona in Italia?

– Molte porte sono state aperte, non da ultimo perché i giocatori e i dirigenti dei club mi hanno riconosciuto, ma perché conoscevo la lingua. Molte volte, quando facevo loro domande sul calcio, si chiedevano quali auto di lusso non fossero nei loro garage.

Hai smesso di guardare la TV quando avevi 67 anni. Riesci a sentire che ti manca quel tempo oggi?

– No no. Non sono una persona che guarda indietro così tanto. Ogni cosa ha il suo tempo, ma posso certamente ammettere che è stato insolito nei primi anni che sono partito. Non sono abituato a essere così indipendente.

Ma è cambiato negli anni?

– Sì, anche se il mio amore per il calcio non è diminuito adeguatamente. Adesso invece guardo la TV.

Ora festeggerai il tuo 75 ° compleanno con Kitten. Cosa significa per te?

– Tutto, gattino è fantastico. Siamo sposati da 50 anni. Ci siamo conosciuti da adolescenti quando vivevo a Decorforce e Kitten a Karlskoka.

A proposito, com’è stato trasferirsi dalla grande Roma alla piccola città vegetale di Deckerforce in giovane età?

– È difficile imparare lo svedese a partire dalle superiori. Ma è stato un periodo fantastico. Abitavamo solo un centinaio di metri da Stora Valla. Sono molto contento di essere tornato a Decorforce IF AllSvenscon. Degerfors e Örebro SK sono le mie squadre preferite in Svezia.

Thomas Nordal è nato a Norcoping

Nome: Thomas Nordal

Nato: 24 maggio 1946 a Norcopping.

Professione: professionista di calcio in pensione ed esperto televisivo di calcio italiano.

Famiglia: Sig.ra Kitten. Figli Stephen e Christopher e nipoti.

Vita: rebro.

Carriera calcistica: Degerfors IF, IFrebro SK, Anderlecht, Örebro SK e BK Forward.

Qualificazioni calcistiche: 252 partite per Örebro SK. 110 gol di Alswenskan.

15 partite internazionali per la Svezia.

Attuale: il 24 maggio compie 75 anni.

leggi di più: Thomas Nordall: “Possiamo inserire richieste …”
leggi di più: Thomas Nordal: Nessuno può cadere come lui