TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Storicamente, l’atleta paralimpico Ebba Orcho ha ricevuto il Victoria Prize

Ebba Årsjö è seduto a casa sul balcone di Norrköping e può intravedere quella che lo sciatore alpino chiama “una stagione incomparabile”.

Due medaglie d’oro, un bronzo ai Giochi Paralimpici di Pechino, due ori ai Mondiali, e ora le viene assegnato il Victoria Prize, che le viene assegnato il 14 luglio a Borgholm nel giorno del compleanno della Principessa Ereditaria Vittoria.

– Sono stato così onorato quando hanno chiamato. Ho cercato l’elenco (per vincitori) su Wikipedia. Non sai se hai visto la lista? È abbastanza grande, dice.

Certo, è un nome decente che ha già vinto il premio. Ingemar Stenmark ha debuttato nel 1979 e l’anno scorso i vincitori del premio includono Armand Duplantis, Sarah Sjostrom e Nils van der Poel.

“Capisco a malapena”

Ma mai visto prima in una recensione sportiva. Orshaw è stato anche elogiato dopo un anno sportivo poiché la Svezia ha avuto un grande successo sia alle Olimpiadi estive che a quelle invernali.

– l’ho detto più volte alla persona che l’ha chiamato; “Cosa? Che ne dici?” Alcuni anni fa mi sono seduto e non ero “nessuno” e non volevo quella gamba, e ora la ottengo perché ho questa gamba. Orshaw dice che è molto bello se ci pensi.

Lei completa:

– Penso anche che sia molto positivo che un giocatore paralimpico riceva questo premio, così puoi allargare un po’ il paracadute.

Orshaw in precedenza aveva affermato di aver tenuto segreta la differenza nei suoi lavori per 18 anni. Soffre di perdita muscolare alla gamba destra che è un effetto collaterale della sindrome con cui è nata, la sindrome di Klippel-Trenaunay.

READ  Cristiano Ronaldo spottade mot(?) Elanga när Manchester United tappade

– Ora guardo le mie gambe e sorrido. Certo, fa male e ho dei problemi, ma la gamba è quella con cui ho a che fare. Questo è il motivo di reddito, obiettivi e tanti nuovi amici. Può sembrare un cliché, ma è stata la cosa peggiore e ora è la cosa migliore per me, dice.

“Niente Justin Bieber”

Dopo la sua stagione di successo, ha notato che stava diventando un nome più grande.

– Ma non sono un dannato Justin Bieber o altro. Di recente ho fatto “Prisoners at the Fort” che è stato molto interessante. Non ho mai visto così tante celebrità in tutta la mia vita. Un mese dopo le Paralimpiadi, la gente ne vide una a Ica e ne riconobbe il viso, dice e continua:

– È carino – Sono molto aperto, per così dire. Poi ci sono molte persone che hanno le proprie disabilità e vogliono parlare e poi sentono che puoi essere toccante e interessante.

Clip: Tre momenti per la Svezia alle Paralimpiadi (14 marzo 2022)

JavaScript deve essere abilitato per riprodurre il video

Ebba Orcho e il Team Filigo Peterson-Dahl hanno vinto medaglie ai Giochi Paralimpici. immagine: Bildberano