TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Stina Blackstenius era coinvolta in tutto quando Häcken ha battuto Djurgården

L’apertura dell’Allsvenskan non è stata l’ideale per le donne dell’Häcken, che l’anno scorso hanno vinto i campioni di Svezia con il nome di club Göteborg FC.

Mentre il grande concorrente Rosengård ha ottenuto vittorie, Häcken ha giocato un pareggio (Vittsjö) e perso (Linköping).

Adatto per due persone, realizzato in due

Ma dopo la vittoria per 3-0 contro l’Eskilstuna nella finale di coppa, molti credevano che il ghiaccio fosse stato rotto da Djurgarden lunedì sera.

Tuttavia, al 60 ‘della partita, il punteggio è stato di 1-0 per la squadra di casa e Häcken è rimasto davvero deluso.

Ma durante l’ultima mezz’ora della partita, ho ristretto ancora e ancora.

Stena Blacksteinius ha giocato 1-1 Pauline Hammarlund.

Ha superato un passaggio che ha portato Julia Ziguetti Olmi a segnare il 2-1.

L’attaccante della Nazionale ha poi realizzato il 3-1 con un passaggio di Philippa Angedal e il 4-1 quando Lotta Oakvest ha giocato in avanti.

Quattro gol in 28 minuti.

E Stina Blackstenius è ora in cima alla classifica nella Shooting League.

– Non abbiamo ottenuto la velocità che volevamo nel primo tempo e nel primo tempo è stato difficile. Ma quando siamo usciti nel secondo tempo, abbiamo subito dato il ritmo. Poi sono arrivati ​​i profitti dopo il trimestre, dice.

A: Ci siamo sentiti frustrati nel primo tempo, ma non nel secondo. Poi abbiamo appena premuto e siamo andati a prenderlo.

C’è una differenza di cinque punti

Se ci fosse stata una nuova sconfitta, Hacken sarebbe finito troppo lontano da Rosengård. Una differenza di cinque punti, come adesso, è assolutamente sufficiente.

– È stato un messaggio di forza tornare in questo modo dopo lo 0-1 nelle retrovie. Oggi e nella finale di Coppa abbiamo dimostrato di essere forti nel secondo tempo. Ora è importante iniziare a mettere la partita direttamente nel primo tempo, dice Stina Blackstenius, poiché non hai bisogno di metà partita prima di avere successo.

READ  Carlos Panda lascia Linköping