TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Schulbergt – La salita più alta del mondo

Nella foresta di Angkormanland, la montagna alta 295 metri si erge drammaticamente sopra gli alberi – e ai piedi dello Schulbergt, una parete rocciosa oscura e maestosa si erge sopra le nostre teste. La montagna è vissuta come minacciosa e serena allo stesso tempo, ed è abbagliante rendersi conto che la maggior parte dell’alto mare era sotto il livello del mare circa 10.500 anni fa, tranne nove metri in cima a Schulbergt. Ci sentiamo piccoli con la natura impressionante che ci circonda.

Viene ogni anno Migliaia di visitatori avventurosi e amanti della natura vengono qui per salire la via ferrata sulla parete est del schoolburg. Attraverso la Ferrata significa “ferrovia” in italiano ed è una tecnica di arrampicata e camminata, dove, con l’ausilio di canaline, moschettoni e tondini d’acciaio protetti contro una parete rocciosa, si può facilmente risalire un colle molto ripido. Facilitano anche prese artificiali e gradini montati sulla parete rocciosa.

Alcuni dei visitatori vengono qui con l’ambizione di scalare la montagna per godersi lo splendido scenario, mentre altri vengono con un’esperienza mirata. Per molti, l’arrampicata è un viaggio interiore: superare la paura dell’altezza.

“Le persone vedono la tensione e lo stress sui loro volti quando escono con la vista del muro, e poi vedono lacrime di gioia e orgoglio quando tornano giù: quell’esperienza è preziosa. Ho un lavoro ridicolmente grato”, ha detto Dero Libel , che gestisce lo spazio più grande d’Europa tramite l’impianto Ferrata a Schulbergt.

Attraverso la Ferrata, è un tipo di salita che ti protegge con l’ausilio di carabine su filo d’acciaio. Il boom si svolge a Schoolburgh ed è molto popolare nell’estate del 2020. Nella foto: Tero Liebel, CEO di Via Ferrata.Foto:Alexandra Pengson

Schoolburg è il punto più alto del mondo dall’ultima era glaciale e lo sviluppo del territorio è ancora in corso. Ogni anno la montagna e la costa alta saranno alte otto millimetri e si stima che il paese si alzi di altri 100 metri. Allora le montagne qui saranno alte come prima dell’era glaciale, ma saranno diverse migliaia di anni.

Già il primo Le descrizioni di viaggio da Anchormanland sono indicate come Schulbergt, ed è anche menzionato nelle prime mappe della Scandinavia. Carl von Linne, uno di coloro che inizialmente si ispirò alla natura della montagna, descrive durante il suo viaggio in Lapponia nel 1732, una spettacolare scalata su una ripida parete rocciosa in pendenza. Da allora, innumerevoli persone sono venute nella riserva naturale di Schulbergt per godersi le montagne e i paesaggi meravigliosi. L’anno scorso, un gran numero di visitatori è passato attraverso l’impianto della Ferrata.

“Quando è arrivata l’epidemia, inizialmente pensavamo fosse una brutta stagione, ma invece è andata diversamente. Non avremmo mai pensato di battere i record nel numero di spettatori. Sono arrivati ​​in totale 8.339 alpinisti, cosa mai successa prima. Abbiamo previsto almeno una buona stagione quest’anno”, afferma Tero Libele, e ritiene che l’epidemia di corona abbia influito sul numero di visitatori poiché molti sono stati costretti a fare le vacanze a casa. Sottolinea inoltre che la tendenza verso l’esterno è gradualmente cresciuta da quando ha adottato la struttura nel 2007.

Sebbene l’arrampicata su ferrata non richieda alcuna attrezzatura avanzata, è una tecnica di arrampicata sicura e non è necessario essere un alpinista esperto o straordinariamente forte per accettare la sfida: c’è qualcosa per tutti nel burket.

“L’unico requisito è che tu abbia un peso corporeo compreso tra 40-140 kg, altrimenti non avrai bisogno di alcuna conoscenza quando arriverai qui. In un quarto d’ora gli istruttori ti insegneranno tutto quello che devi sapere e poi ti consiglieranno quale percorso che dovresti percorrere. Equipaggiamento Non lasceranno nessuno all’oscuro di come funziona. Gli scalatori hanno bisogno di sentirsi al sicuro e al sicuro sulla scogliera, ma le gambe tremanti e l’occasionale battito cardiaco accelerato fanno parte dell’esperienza. ”

Certo che funziona Immagina la scarica di adrenalina mentre guardi la verticale.

Quattro diverse tracce sono in aumento a Schoolburg. Il sentiero bianco porta l’arrampicatore su per il facile sentiero soprastante, consigliato a chi non ha mai provato una Ferrata o altro tipo di salita prima. Questo percorso presenta problemi di arrampicata semplici e può essere appoggiato su uno degli scaffali espositivi a bordo strada a intervalli regolari. Sulla pista gialla diventa un po’ più difficile. Ciò richiede equilibrio, onestà e una buona posizione.

“Le buone scarpe fanno già un sacco di soldi sulla pista gialla. Entrare in un paio di scarpe da ginnastica vecchio stile non porta troppo lontano.”

Le tracce rosse e nere forniscono significativamente più disagi per via della Ferrata. Chi affronta il sentiero rosso deve prepararsi ad un percorso veramente tecnico e impegnativo, un po’ ripido, ma che offre anche una salita molto evidente. La via nera, o quella che Terro Libele chiama “cattiva”, è consigliata solo a chi è in grado di percorrere la via rossa o come esperienza di arrampicata in un simile ambiente montano.

“In alta stagione, quando abbiamo 400 visitatori ogni giorno, circa 300 persone salgono sul sentiero bianco. Sul sentiero nero, solo poche persone salgono ogni giorno”, vede Tero il liberale e la montagna.

Oggi è Nuvole grigie e nuvole di pioggia incombevano pesantemente sul borgo della scuola. Il tempo qui determina se mantenere o meno aperti i sentieri – condizioni che rappresentano un rischio per la sicurezza degli scalatori come pioggia, tuoni e caldo estremo e sono determinati ad essere molto umidi per l’alpinismo in questo momento. Quindi, invece, abbiamo un percorso nel bosco con Mathilda Gondroop, Mattis Dunell ed Ella Astrome come allenatori stagionali.

Matilda Gondrup vuole fare tutto con la sua vita all’aria aperta. Lo evidenzia come un’attività outdoor onnicomprensiva e facilmente accessibile tramite Ferrata.

Nella foto da sinistra: Mattis Dunell, Mathilda Gondroop ed Ella Astrome che lavorano come guida di arrampicata sulle vie ferrate quest'estate.
Nella foto da sinistra: Mattis Dunell, Mathilda Gondroop ed Ella Astrome che lavorano come guida di arrampicata sulle vie ferrate quest’estate.Foto:Alexandra Pengson

“Qui, la maggior parte delle persone ha l’opportunità di arrampicarsi. È una via ferrata molto bella, si può arrampicare completamente senza esperienza. Spero di incontrare molti vacanzieri affamati di una piccola avventura quest’estate. Occasionalmente incontro anche paure dell’altezza e, nonostante le loro paure, riesco a salire e scendere dalla montagna – non vedo l’ora. “

Una buona distanza dalla montagna è popolarmente conosciuta come la grotta dei rapimenti. Secondo la leggenda, la grotta era in passato un luogo di pirati e gli archeologi hanno trovato resti che indicano che la grotta era utilizzata in sicurezza da pescatori e cacciatori nell’età della pietra. La pioggia e la nebbia aumentano l’altezza a cui andiamo, e dopo un’ora raggiungiamo la cima della montagna, anche se questa volta non saliamo, contenti di esserci alzati stanchi in piedi.

Se ci rendiamo conto Più piccoli se visti dalle pendici dello Schulbergt, ora ci sentiamo più grandi perché siamo al di sopra del più alto sviluppo territoriale del mondo.


READ  Qui a Roma gli atleti italiani rendono omaggio