TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Recensione: La Russia usa i gas lacrimogeni per creare il panico in prima linea

L’uso militare dei gas lacrimogeni in guerra è proibito dalla Convenzione sulle armi chimiche. Ma sul fronte ucraino gli inglesi hanno fatto proprio questo Telegrafo Ha raccolto una serie di testimonianze su come la Russia utilizza il gas per raggiungere i suoi obiettivi.

Lanciando gas lacrimogeni dai droni, le forze russe stanno costringendo i soldati ucraini a uscire allo scoperto. Quindi possono essere combattuti con armi convenzionali.

Le testimonianze provengono da diverse sezioni del fronte. Secondo molti ucraini gli attacchi si verificano quasi ogni giorno.

Trad. americana Ai medici in servizio nelle forze armate ucraine il giornale ha avuto accesso a una bomba a gas utilizzata dalla Russia. Un esperto di armi chimiche conferma che si tratta di un contenitore solitamente pieno di gas lacrimogeno.

Ci sono anche rapporti secondo cui la Russia ha utilizzato una serie di altri prodotti chimici durante la guerra. Ma il giornale non ha potuto verificarlo. Secondo le statistiche ufficiali ucraine, dall’inizio della guerra ci sono stati 626 attacchi con gas russo. Allo stesso tempo, si teme che la figura oscura sia grande.

Gli attacchi si verificano con una tale regolarità che gli ucraini vengono ora addestrati ad affrontarli. Il Telegraph ha ottenuto un documento di addestramento in cui si afferma che i soldati dovrebbero cercare di restare fermi e resistere per i primi minuti finché l'effetto dei gas lacrimogeni non svanisce.

Comandante Michele Comanda un'unità di fanteria a Zaporizhia. Ci racconta che ormai tutti i suoi soldati sono dotati di maschere antigas.

– Dice che le mascherine hanno salvato la vita a più di una persona.

READ  Papa: Sinodo, lo Spirito Santo che libera la Chiesa dalla mondanità

Nel frattempo, molti soldati devono accontentarsi di maschere antigas di bassa qualità dell’era sovietica, afferma il comandante Igor.

-Abbiamo mascherine, ma la maggior parte sono molto vecchie e poco efficaci. Alcuni hanno addirittura filtri che contengono amianto.