TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Questa potrebbe essere la causa degli effetti collaterali del vaccino Astra Zeneca

Pubblicato:
Aggiornato:

Newsletter

In un laboratorio di Oslo, c’è la cellula che i ricercatori tedeschi ritengono sia la causa degli effetti collaterali del vaccino contro la Coronavina di Astra Zeneca.

L’immunologa norvegese Anne Sporkland spiega che il “residuo” del vaccino, che alcune persone non possono tollerare, crea i problemi.

“È un po ‘come un avvertimento sul cioccolato, che potrebbe contenere tracce di noci”, ha detto Sporkland a VG.

Il professore tedesco Andreas Greenscher, che ha studiato gli effetti collaterali del vaccino Astra Zeneca, ritiene che quando il vaccino entra nel corpo, lascia residui e detriti non necessari, scrive. VG. Sono questi residui che, secondo Greenscher, causano effetti collaterali insoliti ma gravi che alcune persone hanno sperimentato da Vaxzevria.

L’immunologa Ann Sporkland possiede le cellule che Greenscher ha studiato nel suo laboratorio, la Domus Medica al Rixospital di Oslo.

– Il nostro collega ha detto la scorsa settimana che quando riceviamo il vaccino nel corpo, non solo siamo infettati dall’adenovirus, ma anche un residuo del metodo di coltura, dice Ann Sporkland a VG.

Andreas Greinacher ha scoperto che il vaccino contiene proteine ​​residue e che le persone non vaccinate hanno anticorpi contro queste proteine. Quindi i resti del vaccino insieme agli anticorpi formano coaguli di sangue.

Immunoistochimica Ann Sporkland

Foto: Mattis Sandblad / VG

Immunoistochimica Ann Sporkland

Cellule di un embrione di decenni

Anne Spurkland consente a VG di vedere le cosiddette cellule HEK, che sono cellule renali prelevate da embrioni umani, che vengono conservate in un incubatore a 37 gradi con il 5% di anidride carbonica per simulare il corpo umano. Le cellule sane devono crescere e dividersi in modo efficiente e l’armadio dell’incubatore ha le condizioni finali per la moltiplicazione delle cellule.

READ  I ricercatori dietro lo studio del vaccino sono stati pagati dai concorrenti

Qui puoi vedere con i tuoi occhi che quando le cellule crescono, alcune inciamperanno e saranno sane, e altre moriranno e galleggeranno con il virus, dice Anne Sporkland a un giornalista di VG.

Se le cellule avessero prodotto i virus del vaccino, il liquido avrebbe contenuto una miscela di virus, sostanze morte e cellule sane.

Le cellule che VG può guardare sono chiamate HEK293 e originariamente provengono da un embrione che è stato abortito nei Paesi Bassi negli anni ’70. Con l’aiuto dei geni dell’adenovirus (i comuni virus infettivi che spesso causano sintomi influenzali), le cellule sono diventate immortali. Poiché le cellule sono così potenti, sono state utilizzate nella ricerca per decenni e vengono utilizzate anche per produrre il vaccino Astra Zeneca.

Come con l’avvertimento sul cioccolato.

– Queste cellule vivono per sempre, crescono e crescono, lo fanno da 50 anni. Se si calcolasse il volume biologico e non si eliminassero le cellule, la biomassa sarebbe enorme, afferma Ann Sporkland.

– Per separare le cose l’una dall’altra, è possibile utilizzare diversi metodi di pulizia ei virus sono molto piccoli, in modo che possano poi passare attraverso i filtri preservando cellule e detriti cellulari. Ma puoi usare tutti i metodi di pulizia che desideri, non sarai in grado di pulirlo completamente.

È a questo punto che Andreas Greenscher pensa che sorgano problemi, cioè che i resti entrino nel corpo. Prima, il corpo avrebbe anticorpi contro l’inquinamento che poi si verifica nel corpo, che contribuisce anche all’infiammazione. Questo è qualcosa che la maggior parte delle persone tollera, ma ad alcune “allergie” reagiranno.

Un po ‘come l’avvertimento sul cioccolato, potrebbe contenere tracce di frutta a guscio.

READ  Qui puoi vaccinarti contro l'influenza ad Haninge

Pubblicato:

Continuare a leggere