TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Podio per Marcus Ericsson alla Chaos Race di Detroit |  motore

Podio per Marcus Ericsson alla Chaos Race di Detroit | motore

Che vendetta per Marcus Ericsson dopo la sua dura gara della Indy 500, iniziata con una caduta durante le prove e proseguita con la caduta di lui per i primi 200 giri – e poi rovinando la giornata.

Adesso era al secondo posto.

Il miglior sforzo stagionale di Marcos e il suo primo podio da quando è entrato in Andretti Global prima di questa stagione.

– Sono molto contento. Questo è stato enorme per la nostra squadra. Ha detto in un'intervista televisiva su Viaplay: “Il mese di maggio è stato difficile a livello mentale, sono nuovo nella squadra e voglio dimostrare cosa posso fare”.

-Siamo venuti a Detroit pensando che questo fosse un nuovo inizio per noi in questa stagione. Sono così grato di avere una macchina così buona. Ancora qualche giro e poi avremmo potuto vincere.

In breve: è stata una bella serata per Marcus Eriksson.

Ma in tutta onestà, la gara IndyCar di domenica a Detroit è stata per molto tempo una parodia delle corse.

O come ha detto il commentatore di Viaplay Janne Blomqvist:

– Non possono continuare così. Cosa fanno sotto tutte le critiche?

Ci sono stati circa più giri con bandiera gialla rispetto a una gara normale durante i 100 giri della pista cittadina nel centro di Detroit.

Buon punto di partenza

Era il caos. Dall'inizio alla fine.

Sette vetture sono rimaste coinvolte nel primo incidente già alla prima curva del primo giro.

Quindi continuare allo stesso modo.

Marcus Eriksson aveva la migliore posizione di partenza per gli svedesi con la sua posizione di partenza nove. Felix Rosenqvist ha avuto momenti difficili durante le qualifiche e ha concluso al 22° posto fin dall'inizio, con Linus Lundqvist proprio davanti a lui.

READ  Axel Andersson è pronto ad affrontare Brienas

Inoltre, le idee riguardo ai diversi pneumatici non si sono concretizzate come molti si aspettavano, e anche la pioggia caduta durante la gara ha contribuito a ciò.

Felix Rosenqvist ha effettuato tre soste in meno di 40 giri. Solo una cosa.

Molte stelle sono state penalizzate durante la gara per vari tipi di errori in pista, e sono fiduciose che si discuterà se sia possibile una gara ragionevole su questo accidentato tracciato cittadino.

Nemmeno l'equipaggio dei box era al sicuro, poiché la vettura di Josef Newgarden è entrata in contatto con un meccanico con una gamba.

Rosenqvist si fece avanti

Marcus è rimasto sempre fuori dai guai e lentamente è risalito in campo.

Felix Rosenqvist è risalito dal 22° posto al miglior sesto posto.

La forza di volontà è stata l'ultima per un po' – sorprendentemente, era al settimo posto.

Sì, è andata così.

– Lo odio. Probabilmente riceveremo altre 78 bandiere gialle. “Questa è la lotteria”, ha detto lo stratega della Andretti Global Brian Herta, ex pilota e padre di Colton, in un'intervista televisiva a 25 giri dalla fine.

L'ex pilota di Formula 1 Romain Grosjean era furioso e gridò alla radio che voleva solo arrendersi.

Gli ultimi 25 giri sono stati emozionanti. E poi abbiamo potuto vedere le vere corse.

A 20 giri dalla fine, Ericsson era quarto e Rosenqvist decimo e a 18 giri dalla fine, Ericsson ha superato il connazionale Linus Lundqvist e Marcus aveva quindi una visione chiara dei primi tre: Scott Dixon, Marcus Armstrong e Kyle Kirkwood.

Ericsson è arrivato secondo

A dodici giri dalla fine, Marcus ha superato Kyle Kirkwood arrivando terzo.

READ  Tiro con l'arco: la gran rimonta della Polisportiva Besanese in Coppa Italia

Quindi Marcus è stato il più veloce di sempre in pista.

Felix Rosenqvist è arrivato nono, nonostante si sia fermato cinque volte (!).

All'improvviso Marcus si trovò a lottare per la vittoria. Non c'è niente di peggio del fatto che Scott Dixon si sia ritrovato improvvisamente davanti a Colton Herta. Colton è un compagno di stalla di Marcus.

Alla fine è stato difficile anche per Armstrong e Dixon che avevano così poco carburante rimasto.

A due giri dalla fine, Marcus è risalito al secondo posto dopo un ottimo passaggio di Marcus Armstrong, ma a quel punto Scott Dixon si era assicurato il vantaggio di cui aveva bisogno e ha ottenuto la sua 58esima vittoria in carriera.

Marcus è arrivato secondo e Marcus Armstrong è arrivato terzo.

Anche Felix Rosenqvist merita un elogio per i suoi sforzi, visto che alla fine ha raggiunto l'ottavo posto.