TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

PM cancella gli SMS di Mink: “Vorrei che potessero essere ricreati”

Fu allora che la cosiddetta Commissione visone danese dovette risolvere i tondi che circondavano la decisione di uccidere tutti i visoni del paese, il groviglio acquisì nuovo slancio.

Gli sms cruciali di Mette Frederiksen (S) e delle persone vicino a lei sono stati cancellati, e quindi non possono essere rilevati. Secondo lo stesso PM, ciò è dovuto a un’impostazione predefinita sul telefono, il che significa che il messaggio di testo viene automaticamente eliminato dopo 30 giorni.

Ho avuto consigli su questo

Mercoledì sera, Mette Frederiksen ha convocato una conferenza stampa sui messaggi di testo mancanti. Crede che l’impostazione mobile sia stata aggiunta la scorsa estate, prima della decisione di Mink, su consiglio del capo dipartimento.

– Pensavo avesse senso. Mitt Frederiksen dice che era per la sicurezza delle informazioni.

Spera che il messaggio di testo possa essere riformulato ora, per aiutare la commissione e dimostrare che né lei né il governo sapevano in anticipo che le uccisioni erano illegali.

Il messaggio di testo mostrerà qualcosa di nuovo su ciò che so sui dati? No, dice Mette Frederiksen, e continua:

Dimostreranno che ci scriviamo in un linguaggio diretto e con un tono tagliente? Si lo fanno. È stato anche criticato.

Contrariamente alla costituzione

Il groviglio di visoni danesi è iniziato lo scorso autunno. Il governo danese ha quindi deciso di uccidere tutti i 15 milioni di visoni, dopo che una mutazione nel coronavirus si è diffuso dai visoni agli umani.

Poco dopo, divenne chiaro che la decisione di uccidere anche un visone sano era contro la costituzione danese. Il ministro dell’alimentazione, dell’agricoltura e della pesca, Mogens Jensen (S), è stato nominato responsabile dell’incidente e si è dimesso il giorno successivo.

READ  I talebani occupano la seconda città più grande dell'Afghanistan

Durante l’autunno, la commissione mineraria condurrà un totale di 61 interrogatori con dipendenti del ministero, funzionari governativi, rappresentanti dell’industria e ministri, tra gli altri. L’ultimo della lista, il 9 dicembre, è il primo ministro Mette Frederiksen.