TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Più paesi offrono agli anziani una terza dose del vaccino

Più paesi offrono agli anziani una terza dose del vaccino

Le preoccupazioni per nuove ondate di infezione dovute alla diffusione della variabile delta fanno sì che molti paesi vogliano aggiornare la protezione della popolazione contro il virus Corona.

la scorsa settimana è stata Israele è il primo paese al mondo a fornire una terza dose di vaccino a parti della popolazione. Tutti coloro di età superiore ai 60 anni che sono stati completamente vaccinati per almeno cinque mesi hanno ora la possibilità di ricevere una dose di richiamo.

Gli studi dimostrano che l’immunità del corpo diminuisce nel tempo. Il primo ministro Naftali Bennett ha dichiarato venerdì che lo scopo della dose supplementare era ricostruirla, riducendo così significativamente il rischio di infezione e malattia grave.

Quindi ha esortato gli anziani del paese a visitare le cliniche per le vaccinazioni per prendere una nuova dose.

Né gli Stati Uniti né l’Unione Europea Dosi di stimolanti finora approvate. Più di recente, la scorsa settimana, il direttore dei vaccini dell’OMS, Kate O’Brien, ha affermato che l’OMS stava indagando sulla necessità di una terza dose.

Secondo l’Agenzia europea per i medicinali, EMA, non ci sono ancora dati sufficienti sulla durata della protezione del vaccino, rendendo sconosciuta la necessità di una dose aggiuntiva. Allo stesso tempo, va considerata la diffusione di nuove varianti del virus, scrive l’EMA sul proprio sito web.

Tuttavia, l’incertezza non ha impedito ad altri paesi di seguire lo stesso percorso di Israele. Da settembre, il Regno Unito fornirà una dose di richiamo a circa 32 milioni di persone, scrive telegrafo. Il governo prevede di poter distribuire 2,5 milioni di dosi a settimana a persone con più di 50 anni o con sistema immunitario compromesso.

READ  Anders Ygeman afferma che il Green Passport verrà lanciato il 1 ° luglio

Nello stesso mese inizieranno anche le vaccinazioni di richiamo in Germania, secondo una dichiarazione congiunta dei ministri della salute dello stato tedesco lunedì. Uno dei vaccini mRNA per gli anziani sarà quindi offerto da Pfizer/Biontech o Moderna.

In Svezia, l’Agenzia per la salute pubblica ha Finora mi sono attenuto alla linea EMA e ho chiesto risultati di studio più chiari sulla terza dose. Il potere, tuttavia, ha Non ha escluso una vaccinazione di richiamo per gli svedesi questo autunno.

Se la Svezia segue Israele, Gran Bretagna e Germania, ci sono dosi sufficienti per gestire la vaccinazione, secondo il coordinatore del vaccino Richard Bergstrom.

– Abbiamo le dosi, quindi è sufficiente per affrontare il mercato dei booster. Dice che non ci sarebbero problemi ad affrontarlo se una terza dose diventasse rilevante.