TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ora Alfredsson ei gemelli Seiden sono stati eletti

toronto Ora Daniel Alfredsson, Daniel Sedin e Henrik Sedin stanno guardando giù dalla Mount Rushmore Hockey League.

Durante una festa divertente, esilarante e seriamente giallo-blu a Toronto la scorsa notte, sono stati ufficialmente inseriti nella Hall of Fame.

– È stato un viaggio incredibile quello che ho condotto qui, ha detto Henrik durante un discorso in cui ha scherzato bene con suo fratello gemello e, come molti altri, ha reso omaggio a Boeh Salming.

Le celebrazioni della Hockey Hall of Fame sono in corso a Toronto da venerdì scorso e non includono minimamente un memorabile tributo ai malati di SLA. Purea salante – ma la notte è culminata con un pallone scintillante al Meridian Hall, alcuni colpi dalla Scotiabank Arena.

E poiché un totale di tre svedesi sono stati inclusi nella categoria reclute di quest’anno – un record clamoroso – l’intera celebrazione è stata in forte blu e giallo. Per molti aspetti, questo è stato un tributo all’hockey svedese ea tutte le stelle “na” che hanno attraversato l’Atlantico nell’ultimo mezzo secolo e lasciato il segno nell’hockey nordamericano.

Börje Salming non era presente, ma è rimasto a Toronto e, secondo la leggenda Lanny MacDonald, ha guardato la trasmissione con i suoi vecchi amici Darrell Sittler e Tiger Williams e le loro famiglie – ed è stato inondato di lodi.

Salming è stato applaudito dal palco

Il commissario della NHL Gary Bateman ha descritto, ad esempio, che tutti i giocatori europei che hanno avuto successo nella NHL dagli anni ’70 sono stati sulle spalle di Poiret.

READ  Hedvig Lindahl una domanda da Skavlan che ha disturbato

– Börje, sei nei nostri pensieri e nelle nostre preghiere, afferma.

La notte è stata celebrata dai fratelli Henrik, Daniel Sedin e Daniel Alfredsson.
La notte è stata celebrata dai fratelli Henrik, Daniel Sedin e Daniel Alfredsson.

Daniele Alfredson Gli è stata assegnata la targa della Hall of Fame dal connazionale Mats Sundin e ha scherzosamente espresso la sua sorpresa che dopo tutti i combattimenti per Toronto e Ottawa, fossero ancora così amici.

– Ma ho sempre ammirato Mats e l’ho visto come un modello, ha indicato con un sorriso.

Alfie ha reso omaggio a sua madre

Il capitano dei senatori ha ribadito ancora una volta che pensava fosse quasi surreale essere inserito nella migliore comunità di hockey, ha ringraziato Erik Carlson tra molti altri e ha salutato tutta la sua famiglia, non ultima la defunta madre Margarita, che ha descritto come “senza dubbio il più duro di tutti gli Alfredson”.

Per una volta, i due fratelli Sedan hanno dovuto fare apparizioni separate e ciascuno ha tenuto un discorso, poi ha colto l’occasione per prendersi gioco dell’altro.

– Henrik, francamente: vedo che sei un giocatore di hockey migliore e una persona migliore. Daniel sorrise, lo dico sapendo benissimo che tra dieci minuti sarai qui a fare il tuo discorso.

La risposta di Henrik è arrivata rapidamente:

– Mi sono appena ripreso dal covid ed ero sul punto di non poter venire, ma all’ultimo minuto sono andato lo stesso. Perché come dicevano sempre i nostri allenatori: “Henrik è migliore del 70 percento rispetto a Daniel è migliore del 100 percento”.

I signori hanno ringraziato tutto e tutti

Ma hanno anche avuto cose calorose da dire su ciò che significano l’uno per l’altro e hanno anche ringraziato la loro famiglia e amici come Markus Näslund, Matthias Ohlund e Thomas Graden. Anche Järved e Modo a casa a Ö-vik hanno ricevuto menzioni oneste.

READ  EC accanto al primo seme Truls Möregårdh

“È stato davvero un bel giro qui”, ha osservato Henrik.

Anche il fuoriclasse Roberto Luongo, compagno di squadra dei Vancouver Twins per otto anni, è stato inserito ieri sera, così come l’icona dell’hockey femminile finlandese Rikka Salenen e, postumo, Herb Carnegie. Presentato come il miglior giocatore nero che non ha avuto alcuna possibilità nella NHL, a causa della spaventosa discriminazione in Nord America negli anni ’40 e ’50, i suoi figli hanno tenuto un brillante discorso contro il razzismo e per la loro inclusione nel Tonight’s Party.

Tra il pubblico c’erano ex leggende della Hall of Fame come Nicklas Lidström, Mats Sundin, Teemu Selänne, Jari Kurri e Dominik Hasek – hanno anche ricevuto gentili tributi.