TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Nuove restrizioni su Corona – Jezeki: avrebbe dovuto aspettare

Giusto in tempo per Natale, entrano in gioco una vasta gamma di nuovi consigli, regolamenti, consigli e raccomandazioni.

Ciò è in parte correlato all’inasprimento delle raccomandazioni lanciate l’8 dicembre.

I datori di lavoro sono stati quindi esortati a “consentire ai dipendenti di lavorare da casa in una certa misura quando il lavoro lo consente”. Oggi si dice che “tutti dovrebbero lavorare da casa tanto quanto il lavoro lo permette”, per fare un esempio.

L’ex epidemiologo statale Johan Jesicki ritiene che il nuovo pacchetto sia molto vicino al precedente.

Si sarebbe dovuto aspettare un po’ di tempo e valutare i benefici delle restrizioni imposte due settimane fa, dice. Non è stato ancora possibile scoprire quali siano i suoi effetti.

Secondo Jesecki, l’aumento del numero di casi confermati che si è verificato dall’8 dicembre potrebbe non essere stato influenzato dalle misure introdotte in quel momento.

Ritiene che le nuove misure implichino restrizioni indebite alla libertà umana?

– Non si può dire se non sia necessario. Ma ha un forte impatto sulla vita quotidiana delle persone.

Azioni dopo il 23 dicembre

1. Tutti dovrebbero evitare ambienti affollati.

Nei ristoranti sono ammessi solo gli ospiti seduti e sono richieste le distanze tra le diverse parti.

Tutti dovrebbero lavorare da casa nella misura in cui il lavoro lo consente.

4. Scoraggiamento da coppe indoor e camp che non comportano la pratica professionale. Tuttavia, le attività regolari possono continuare con esercitazioni, esercizi, partite, spettacoli e competizioni.

5. Per le fiere, i locali commerciali ei luoghi di attività culturali e ricreative, i requisiti sono fissati in 10 mq a persona.

READ  iPad: offerte White Friday 2021 | radar tecnologico

6. Si raccomandano misure di controllo delle infezioni per l’educazione degli adulti, in modo da evitare l’affollamento e grandi assembramenti. L’istruzione locale è la regola principale, ma per le università e i college la formazione a distanza può essere utilizzata come strumento per ridurre i posti di insegnamento.

7. In occasione di riunioni ed eventi pubblici, gli ospiti seduti sono ammessi solo se ci sono più di 20 persone, indipendentemente dal certificato di vaccinazione.

Senza certificato di vaccinazione sono previsti anche requisiti di distanza tra le parti, con un massimo di 8 persone all’interno dell’azienda e un massimo di 500 ospiti o partecipanti.

In caso di eventi con più di 500 ospiti o partecipanti, sono richiesti certificati di vaccinazione e distanza tra le parti con un massimo di 8 persone per parte.

L’Agenzia svedese per la sanità pubblica autorizza inoltre il governo a decidere sui seguenti requisiti, che secondo Magdalena Andersson devono essere affrontati con urgenza:

10. Massimo 50 persone in caso di affitto di spazi per riunioni private.

11. Passeggeri seduti solo sui mezzi pubblici a lunga percorrenza.

12. Requisito per un massimo di 48 ore test covid negativo per i cittadini stranieri che si recano in Svezia. Valido dai 12 anni.

Fonte: Agenzia svedese per la sanità pubblica

Toff Fall: è ora di vaccinare i bambini piccoli

Tove Fall, professore di epidemiologia molecolare all’Università di Uppsala, pensa che ora siano giustificate nuove misure.

– In un certo senso, è ragionevole valutare solo quando sono trascorsi due cicli di infezione. D’altra parte, la scorsa settimana c’è stato un aumento abbastanza netto e stiamo assistendo a un’accelerazione del carico di cure ospedaliere, afferma Tove Fall.

READ  Sviluppatore del gioco: "Blocca tutto ciò che riguarda NFT"

Tove Fall crede che la rapidissima diffusione della variante omicron in altri paesi sia anche un fattore che parla a favore del business ora piuttosto che dopo.

Una misura che manca è l’ampia raccomandazione sull’uso dei paradenti in caso di congestione.

Tove Fall, Professore di Epidemiologia Molecolare.

Foto: Michael Walrsted / Clicca sull’immagine

Per fermare davvero l’infezione, dice, anche i bambini più piccoli devono essere vaccinati.

– Attualmente sto lavorando a un rapporto questa settimana qui a Uppsala, e ci sono molte infezioni tra i bambini di 6-11 anni, che non sono stati in grado di ottenere le loro vaccinazioni. Lì vediamo anche che la generazione dei genitori ha un’alta incidenza di infezione da molto tempo, il monitoraggio dell’infezione afferma che pensano di essere stati infettati dal loro bambino.

Il principio applicato in Svezia è che i vaccini dovrebbero essere somministrati solo se il beneficio è considerato maggiore del rischio per l’individuo e i bambini di solito hanno sintomi lievi.

Ma in realtà ci sono diverse centinaia di bambini che finiscono in ospedale con COVID-19 o hanno sintomi prolungati. Quindi i loro studi vengono interrotti e potrebbero infettare i parenti che potrebbero essere a rischio, dice Tove Fall.

Joachim Dillner: Sbrigati con la terza dose

Anche Joachim Dillner, professore di epidemiologia delle infezioni al Karolinska Institutet, accoglie con favore le nuove misure.

– Ora abbiamo una situazione in cui stiamo iniziando a diffondersi molto, e quindi questo è appropriato con le restrizioni generali. Quelli che sono stati mostrati ora fanno bene.

Pensa che la raccomandazione per i compiti sia la più importante nel pacchetto del martedì.

Calma il modello di comunicazione dell’intera popolazione in un modo che abbiamo visto in precedenza e che è stato molto efficace.

READ  IKEA amplia la sua casa intelligente con tavoli per la purificazione dell'aria

Joachim Dillner, professore di epidemiologia delle malattie infettive.

Foto: Fotografo Ulf Sirborn / Immagine stampa Karolinska Institutet

Importante è anche la strategia di distribuire quanto prima la terza dose del vaccino alla popolazione.

– E’ una specie di gara. Abbiamo un certo numero di settimane prima di affrontare l’epidemia di Omicron davvero fastidiosa.

Non è solo che la protezione fornita dalle prime due dosi sta cominciando a diminuire in gran parte della popolazione, secondo Dillner.

– La vera urgenza della ricarica della terza dose è che due dosi proteggono male Omicron dall’inizio.

Per saperne di più: Nuove restrizioni: questo vale per il Natale
Per saperne di più: Attenzione: potrebbe esserci un forte aumento questa settimana
Per saperne di più: La situazione di crisi nei Paesi nordici: “La serietà ci sta dentro”

Guarda qualcosa in più:
Ecco come festeggiano il Natale chi è al potere, dopo le nuove restrizioni

Voli cancellati e scorci di corona celebrativi cancellati.

Nuove restrizioni in Svezia, ma più severe per i vicini

La diffusione dell’infezione continua ad aumentare in tutta Europa e sempre più paesi stanno affrontando restrizioni più severe su COVID-19.