TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Cipro accusa la Turchia di ondata di migranti – P1 am

Ciò che la Lituania ha vissuto negli ultimi sei mesi, ciò che Cipro ha vissuto negli ultimi cinque anni, afferma Nikos Norris, ministro degli interni del governo di centro-destra di Cipro.

La situazione a Cipro è paragonata alla situazione nei vicini della Bielorussia, dove i migranti presumibilmente trasportati dal dittatore bielorusso Alexander Lukashenko sono stati usati per fare pressione sui paesi vicini. Qualcosa che l’Unione Europea ha definito un attacco ibrido. I greco-ciprioti ora accusano la Turchia di fare lo stesso con loro.

– naturalmente La Turchia ha beneficiato dell’immigrazione e la tratta di esseri umani è diretta contro Cipro, quotidianamente.

Secondo i dati dello stesso governo, Cipro è da tempo il paese dell’UE che gestisce la maggior parte delle domande di asilo in relazione ai suoi residenti. I richiedenti asilo rappresentano ora il 4,4% della popolazione di Cipro, che ha una popolazione di poco più di un milione.

È parecchie volte più alto di altri, quelli che Nikos Norris chiama gli “stati in prima linea”, ovvero Grecia, Italia, Spagna e Malta, dove il numero dei richiedenti asilo non raggiunge nemmeno l’uno per cento della popolazione.

E quest’anno Anche il numero di nuovi arrivi è aumentato notevolmente rispetto allo scorso anno. Secondo Norris, la spiegazione parziale è che la Grecia custodisce i suoi confini più da vicino.
Nikos Norris afferma che la situazione ha messo Cipro sotto grande pressione.

– Soprattutto quest’anno, la situazione è critica e può essere considerata un caso di forza maggiore. Siamo molto sotto pressione.

Nikos Norris afferma che Cipro non è in grado di prendersi cura di tutti i migranti, le domande di asilo si accumulano e coloro che sono stati respinti non possono essere rimpatriati.

READ  Magdalena Anderson sull'Ucraina: sparare non risolve nulla

Risultati, Come li descrive lui, “isolamento” di alcune parti della capitale Nicosia e di alcune altre piccole comunità, cambiamento demografico dell’isola e problemi economici.

– Creano questi problemi, la divisione dei ghetti, il cambiamento demografico nell’isola, problemi economici.

Integrità Nikos Norris Molti di loro attualmente provengono da paesi dell’Africa subsahariana e, nelle interviste, molti richiedenti asilo hanno affermato di aver ricevuto visti gratuiti per studenti dalla Turchia.

Quindi possono facilmente volare a Cipro del Nord, e poi a piedi attraversare la cosiddetta Linea Verde che divide Cipro del Nord e la Repubblica greco-cipriota riconosciuta a livello internazionale, che è anche membro dell’Unione Europea.

– Abbiamo un aumento significativo del numero di immigrati africani, in particolare dal Congo e dal Camerun, che si recano nelle parti occupate di Cipro, viaggiano con visti per studenti che la Turchia concede loro gratuitamente, e poi si recano nei territori occupati e poi attraversano la Linea Verde.

quindi a causa di Per questi motivi, purtroppo, il mio Paese non è in grado di prendersi cura di queste persone. Il presidente Nicos Anastasiades ha scritto al presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, chiedendo che Cipro riceva lo stesso sostegno dell’UE che crede in Polonia, Lettonia e Lituania.

– L’Europa ha risposto bene alla situazione in Lituania, Polonia e Lettonia, rimuovendo queste persone dai confini dell’Unione europea, e sosteniamo pienamente i nostri colleghi in questi paesi, ma allo stesso tempo Cipro ha chiesto all’Unione europea di attuare il stesse misure sulla linea verde a Cipro, perché come ho detto prima, è da qui che provengono tutte queste persone.

Cipro vuole semplicemente aiutare l’Unione europea a recintare e sorvegliare la linea verde di 180 chilometri.

READ  Gli Stati Uniti e la Cina si impegnano a lavorare insieme sul clima

– Non è un segreto Solo con l’aiuto di recinzioni puoi impedire ai migranti di entrare nel tuo territorio, afferma Nikos Norris.

Cipro spera inoltre che l’UE sarà in grado di concludere accordi bilaterali con i paesi dell’Africa e del Medio Oriente finché non accetteranno di riprendersi i propri cittadini. Qualcosa che Cipro fa fatica a fare da sola. Inoltre, lo Stato vuole il diritto di poter rifiutare nuove domande di asilo per un periodo.

cattive relazioni Tra il governo greco-cipriota ei turco-ciprioti, oltre alla Turchia, negli ultimi anni si è deteriorata, anche a causa della disputa su chi ha diritto ai giacimenti di gas naturale intorno all’isola. Il conflitto si estende anche alla migrazione.

Secondo Nikos Nuri, la Turchia sta dirigendo il flusso migratorio verso Cipro per creare instabilità.

– Ecco come puoi Mi rendo conto che un paese con questi problemi di immigrazione potrebbe presto diventare instabile, quindi penso che lo stiano introducendo apposta.

Ma Nikos Norris non sa più cosa pensano i vicini turco-ciprioti del nord. I canali di comunicazione sono aperti da molto tempo, ma poco più di un anno fa i turcociprioti hanno ottenuto un nuovo presidente molto più amichevole con Erdogan. Da allora, la connessione è stata interrotta.

– In questo momento Non funziona, non abbiamo una connessione, quindi le cose sono più difficili.