TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Medico di controllo delle infezioni: la decisione è ragionevole | TTELA

Il 29 settembre spariranno i massimali per la partecipazione a eventi pubblici e privati. Anche il consiglio di lavoro da casa è stato rimosso. Rimangono solo restrizioni individuali, come restare a casa per i sintomi e lavarsi le mani.

Il motivo è l’elevata copertura vaccinale in Svezia, hanno annunciato il governo e l’Agenzia svedese per la sanità pubblica. Più dell’80% della popolazione di età pari o superiore a 16 anni ha ricevuto la prima dose del vaccino.

“Ora abbiamo così tante persone vaccinate e quando siamo vicini all’80% delle vaccinazioni complete, è del tutto irragionevole che il 15-20% debba dettare le condizioni al resto della popolazione, affermano gli esperti di controllo delle infezioni Signar Doctor” Mäkitalo.

Può proteggersi efficacemente

Afferma, come tutti gli esperti di controllo delle infezioni, che due dosi del vaccino forniscono un’ottima protezione contro malattie gravi. Lo si può osservare anche a Sörmland, dove la diffusione del contagio avviene soprattutto nelle fasce di età più giovani che spesso si incontrano a scuola.

– Le restrizioni devono essere rimosse ad un certo punto, non ha senso mantenerle quando si vede come Danimarca, Finlandia e Norvegia possono essere allentate, dice.

Makitalu crede che si dovrebbe vedere il gruppo non vaccinato nello stesso modo in cui erano considerati “70+” all’inizio della pandemia, quando hanno dovuto pagare un prezzo pesante sotto forma di isolamento dal resto della società.

Anders Nystedt, un medico per il controllo delle infezioni al Norrbotten, ritiene che confermare le restrizioni del pubblico sia una misura proporzionata.

– Era irragionevole continuare a mettere la responsabilità sulle spalle degli organizzatori di sport e cultura, perché è noto che ogni individuo può proteggersi efficacemente vaccinandosi.

READ  Nuova scoperta sul consumo dannoso di alcol

“Vivere sotto l’abete”

Secondo Nystedt, le regioni stanno lavorando duramente per informare i gruppi, ad esempio nelle aree socialmente ed economicamente vulnerabili o coloro che sono recentemente immigrati in Svezia, sui benefici del vaccino.

– Ma presto hai vissuto sotto l’abete perché non hai visto l’efficacia del vaccino, dice.

Allo stesso tempo, gli anziani e le persone con un sistema immunitario indebolito potrebbero dover assumere dosi aggiuntive.

Lui e Signar Mäkitalo concordano sul fatto che sars-cov-2, come viene chiamato il virus, è qui per restare. Più le persone sviluppano l’immunità, più il virus tende ad evolversi verso un virus del raffreddore che non causa una malattia così pericolosa.

Dobbiamo cominciare a vedere questa malattia come parte del normale quadro della malattia, dice Macitalu.

Anders Nestedt non vuole rivedere i tempi della decisione del governo. Tuttavia, si ritiene che la strategia abbia portato a troppi decessi e a una significativa diffusione dell’infezione lo scorso inverno.

“Ho paura di lui”

Per quanto riguarda i certificati di vaccinazione per partecipare a grandi eventi e concerti, Nystedt dice che non è proprio lo stile svedese.

Anche Signar Mäkitalo è diviso sulla questione.

– Vedo solo che quando in Francia sono stati presentati i certificati di vaccinazione, la vita è diventata violenta. Ma poi la copertura vaccinale è aumentata notevolmente e ora sono sopra di noi.

– Allo stesso tempo, la vaccinazione volontaria ha un grande valore nel tempo. Non possiamo solo vedere come saremo nel 2021, 2022 o 2023. Dobbiamo anche vedere come ciò influirà sulla preparazione alla vaccinazione nel tempo. Continuerai a fidarti delle autorità?

Trinidad e Tobago: c’è il rischio di abuso di fiducia?

READ  Grande attenzione alla comunicazione durante la pandemia

– È di questo che hai paura.