TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Max Verstappen rischia di essere eliminato gradualmente nel 2022

Max Verstappen è il campione del mondo 2021.
Ma c’è il rischio di un arresto nel 2022.
Ha molti punti di penalità in Formula 1.

    Punti di penalità in Formula 1
Verstappen ha segnato il suo primo rigore a Monza dopo un controverso incidente con Louis Hamilton (DT).

Penalty Point Una lettura interessante e nella stagione 2021, 16 piloti su 20 hanno ricevuto punti di penalità. Per alcuni driver, questo non richiede molto – ancora. Altri saranno sospesi durante la F1 2022.
Se un pilota raggiunge dodici punti di penalità in dodici mesi, sarà sospeso per il fine settimana della competizione e sarà esentato dal conteggio dei punti di penalità solo dopo che sarà trascorso un anno. Questo significa che Max Verstappen è in pessime condizioni. Al momento ha sette punti di penalità al suo attivo.

Molti PCPunti RAF in Formula 1 a Verstappen

Verstappen ha segnato il suo primo punto di penalità nel 2021 in relazione al suo scontro con Lewis Hamilton a Monza, il che significa che sarebbe stato sospeso se avesse segnato altri cinque punti di penalità, e non avrebbe lasciato il suo settimo primo punto fino al 12 settembre 2022. Deve rispettare un massimo di quattro punti di penalità fino alla 16a scommessa nel 2022, dopodiché deve essere sostituito poiché è stato penalizzato in Qatar e Arabia Saudita – ed entro il 2022 la stagione finisce molto prima. Per i Mondiali di calcio.
Il calendario completo è visionabile qui.

Altri due piloti hanno subito numerose multe dalla posizione di Red Bull, tra cui Yuki Sunoda, Alfadouri, il suo otto e il sette di Sergio Perez, ma due sono già scomparsi a metà aprile.
La scorsa stagione cinque piloti Daniel Ricciardo, McLaren, Charles Leklerk, Ferrari, Carlos Sains, Ferrari, Mick Schumacher, Haas e Robert Kubica, Alfa Romeo sono riusciti senza punti di penalità.

READ  I giovani chiedono investimenti in agricoltura - per l'ambiente

Il pilota può ottenere un punto di penalità sul suo conto per vari motivi come collisione, scorciatoia o ignoranza della bandiera. L’ultima volta che Romaine Croszine ha raggiunto 12 punti di penalità è stato nel 2012 quando un pilota è stato sospeso e sospeso durante una gara.

Ecco l’elenco completo dei punti di penalità in Formula 1

Numero di nomi, squadra, data di scomparsa del punteggio
8 – Yuji Sodaka, Alpha Tauri – 18/4 2022 (1)
7 – Max Verstappen, Red Bull – 9/12/2022 (2)
– Sergio Perez, Red Bull – 18/04/2022 (2)
6 – Sebastian Vettel, Aston Martin – 28/3 2022 (5)
– Nikita Masebin, Haas – 2/5 2022 (1)
– Nicholas Latifi, Williams – 6/6 2022 (3)
5 – Voltaire Potos, Mercedes – 25/6 2022 (2)
– Lance Stroll, Aston Martin 18/4 2022 (1)

– Lando Norris, McLaren – 5/6 2022 (3)
3 – Antonio Gionnavasi, Alfa Romeo – 7/4 2022 (2)
– Pierre Gasly, AlphaTauri – 9/5 2022 (1)
2 – Louis Hamilton, Mercedes – 18/7 2022 (2)
– Fernando Alonso, Alpino – 10/10 2022 (2)
– Kimi Rக்கோikkனnen, Alfa Romeo – 4/7 2022 (2)
1 – George Russell, Williams – 17/7 2022 (1)
– Stephen O’Connor, alpino – 9/12/2022 (1)

Daniel Ricciardo, McLaren, Charles Leklerk, Ferrari, Carlos Sains, Ferrari, Mick Schumacher, Haas e Robert Kubica, Alfa Romeo hanno tutti zero punti di penalità in Formula 1.

Breve messaggio

Ferrari punta sul 2022 (TT)

Il nuovo telaio della Ferrari ha superato il crash test per il 2022. È scritto in italiano motorsport.com.
– Quante gare vogliamo vincere? Per quanto possibile, ha detto in precedenza il team manager Matia Pinoto.
Ha anche confermato che l’auto sarà consegnata tra il 16 e il 18 febbraio. Il team manager della Ferrari ha anche chiarito che la squadra non partirà con una la prossima stagione, ma avrà le stesse condizioni per entrambi i piloti.

READ  "L'Arsenal è di nuovo nei guai"

Nel post di ieri c’è un elenco incredibile di quali driver sono i più costosi nel 2021, almeno quanti oggetti hanno distrutto.

George Russell guida la Mercedes fino al 2022, ma in precedenza aveva voluto lasciare la Williams.
– Russell dice a motorsportmagazin.com che dopo il primo anno mi sentivo pronto, ma ora sono un pilota migliore di quello che ero allora.
– Due anni alla Williams sarebbero stati giusti. Ero pronto a mettere piede in Mercedes già quest’anno.
Allo stesso tempo, ha firmato un contratto di tre anni con la Williams, il che significava che gli era stato permesso di rimanere con la squadra britannica fino al 2021.

Ora congratulazioni a tutti voi per aver reso il nuovo 2022 molto migliore.

Buon anno, un grande grazie per aver letto e coinvolto!