TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Mariupol: separatisti sostenuti dalla Russia assaltano le acciaierie dell’Azovstal

Martedì i separatisti sostenuti dalla Russia hanno iniziato a prendere d’assalto l’acciaieria Azovstal a Mariupol.

Eduard Basurin, colonnello nella regione separatista di Donetsk, afferma:

Gli Stormtrooper scelti iniziarono a lavorare.

L’acciaieria Azovstal si sviluppa su una vasta area nel Mariupol. Oltre alle forze ucraine, ci sono circa 1.000 civili. Lo ha riferito la CNN lunedì scorso, in un’intervista con il capo della polizia di Mariupol Mikhail Verizgin.

Eduard Basurin afferma che è falso, solo soldati ucraini nella zona. Ed è apparso, martedì mattina, in una trasmissione in diretta sul canale statale russo Rosseiga 24, citando il servizio russo della BBC:

Gli Stormtrooper scelti iniziarono a lavorare. Siamo ben supportati dall’aviazione e dall’artiglieria russe. “Spero che i falsi difensori del popolo ucraino si arrendano presto, in modo che il popolo possa vivere in pace e tranquillità e non abbiamo più bisogno di ascoltare le notizie sulle sofferenze dei civili a Mariupol”, ha detto Basurin.

Edifici bruciati a Mariupol martedì mattina.

edifici in fiamme

L’implicazione della dichiarazione di Basurin è che oggi il popolo di Mariupol è torturato dal regime nazista ucraino ei suoi separatisti, insieme alle truppe russe, tornano in pace.

Martedì mattina, il vice primo ministro ucraino Irina Vereshuk ha annunciato di aver chiesto senza successo alle forze russe di aprire corridoi umanitari da Mariupol a Berdyansk, riferisce BBC Russia.

Martedì mattina, Pyotr Androshenko, consigliere del sindaco di Mariupol, ha rilasciato informazioni sul fatto che le forze russe non solo stanno bombardando Azovstal, ma stanno anche “continuando il loro caotico bombardamento delle aree civili della città”, secondo il sito web di Medizona.

READ  I sopravvissuti di undici anni hanno testimoniato sui massacri nelle scuole

Andrjustjenko ha anche pubblicato un video, che sarà girato martedì mattina a Mariupol. Il video mostra diversi edifici in fiamme.

Imposta l’allarme

Il ministero della Difesa russo ha affermato che nella notte di martedì 1.260 obiettivi in ​​Ucraina sono stati colpiti da missili e artiglieria russi. Si sostiene inoltre che un MiG-29 sia stato abbattuto nella regione di Donetsk.

Censor.net scrive anche che le forze russe hanno distrutto una linea ad alta tensione nella regione di Luhansk e che Sergei Gaidai, il governatore del distretto, ha affermato che non c’era quasi elettricità nell’intera area.

Gaidai dice che la situazione è critica.

La Russia ha riferito che il villaggio di Golovchino, vicino al confine ucraino, è stato bombardato dall’esercito ucraino e che tre abitanti del villaggio sono rimasti feriti. La parte ucraina non ha commentato le informazioni.

Martedì mattina, il ministero della Difesa russo ha ripetuto un ultimatum alle forze ucraine che difendevano Azovstal alla resa. In passato, le forze ucraine hanno respinto tutti questi suggerimenti.

Il ministero della Difesa ucraino ha annunciato, martedì mattina, che dieci carri armati russi, 18 veicoli da trasporto, un aereo da combattimento e quattro droni sono stati disinnescati nelle ultime 24 ore, secondo il servizio russo della BBC.

Inserito: