TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Unione Europea è stata informata dell’intervento russo

La Repubblica ceca ha informato la NATO e l’Unione europea dei loro sospetti sul coinvolgimento della Russia in un’esplosione fatale in un deposito di munizioni nel 2014 e la questione sarà affrontata lunedì in una riunione dei ministri degli esteri dell’Unione europea.

Scrive il ministro degli esteri facente funzione nel paese Jan Hamatchik Su Twitter.

Sabato, la Repubblica ceca ha espulso 18 diplomatici russi dopo che la Russia era stata coinvolta nell’attentato dell’ottobre 2014, in cui due persone sono state uccise. Hamacek e il primo ministro Andrej Babis hanno dichiarato che i diplomatici sono stati identificati come agenti di sicurezza legati al GRU e all’SVR.

“Ci sono sospetti giustificabili sul coinvolgimento di ufficiali dell’Unità di intelligence del GRU, Unità 29155, nell’esplosione nel deposito di munizioni a Verbatis”, ha detto Babis.

Vladimir Deshaparov, vice capo della Commissione Affari Esteri del Consiglio della Federazione Russa (Consiglio Supremo), ha negato l’accusa come ridicola.

Leonid Slutsky, capo della commissione per gli affari esteri della Duma di Stato, avverte che le deportazioni danneggeranno gravemente le relazioni russo-ceche.

“Come al solito in questo tipo di incidente, torniamo con le misure di risposta”, dice.


READ  NEWS DAY: Proroga dello scalo a Ringhals • Sospetto serial killer in custodia • Dichiarazione di Sanna Marin su Putin: 'L'Europa non è abbastanza forte'