TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’invecchiamento della popolazione italiana: un incubo economico

Una figura influente quando l’Italia andrà alle urne domenica, Silvio Berlusconi, l’81enne, è sintomatico. Nessun altro paese in Europa ha una popolazione anziana così numerosa. Allo stesso tempo, qui, nel paese che associamo all’essere molto orientati alla famiglia, il tasso di natalità è al minimo. Come si evince dall’articolo DN di Roma, la popolazione sta diminuendo.

È uno scenario da incubo per l’economia di un paese. Meno persone in età lavorativa, più pensionati e più persone bisognose di assistenza hanno le loro chiare implicazioni: le spese saranno più elevate e le entrate fiscali saranno inferiori.

Il problema è ben noto tra coloro che sono al potere in Italia. Tuttavia, non è un grosso problema della campagna, anche se viene discusso. I politici potrebbero essere stati bruciati da quando il Ministero della Salute ha lanciato la Giornata della fertilità alcuni anni fa per incoraggiare gli italiani ad avere più figli. Erano poster con fumatori maschi che dicevano “Non lasciare che il tuo sperma vada in fumo” e slogan come “La bellezza non ha età. Ma la fertilità sì”.

La campagna non è andata bene con gli italiani. Come la famiglia vicina, hanno spiegato con rabbia che il problema non era il desiderio di avere figli. Si tratta invece di un’assistenza all’infanzia poco sviluppata, con donne spesso costrette a lasciare il lavoro quando diventano madri e scarsa fiducia nelle prospettive future dell’economia italiana.

Ora la campagna elettorale, invece, ha in gran parte ruotato attorno alla repressione degli immigrati, il che è alquanto ironico. Senza di loro, la popolazione diminuirebbe ancora di più. Ma molti sono frustrati dal fatto che l’economia abbia funzionato a bassa velocità per così tanto tempo e vedono gli immigrati come un freno per l’economia. Anche il fatto che la disoccupazione rimanga elevata contribuisce all’insoddisfazione. La disoccupazione giovanile è particolarmente alta. Difficilmente i residenti più giovani sono più inclini a creare una famiglia. Inoltre, i posti di lavoro disponibili sono spesso precari con contratti a breve termine, e molti sono costretti a vivere in casa man mano che invecchiano, e la contraccezione vale come qualsiasi altra cosa.

READ  Il caos economico minaccia i leader mondiali

Oltre a più figli, sono necessarie riforme del sistema pensionistico e far lavorare più a lungo le persone per adattare l’economia ai nuovi dati demografici. Ma questo tipo di riforma raramente è un’attrazione degna di voto. Quando la Svezia ha cambiato il sistema pensionistico e innalzato l’età pensionabile, è successo durante le elezioni suppletive e in ampi accordi politici di partito. Per ora, il tono del diverso sistema politico italiano sembra tutt’altro che cooperativo.

Allo stesso tempo, questo non è un problema italiano isolato. L’unico motivo dell’aumento della popolazione dell’UE nel 2016 è stata l’immigrazione. Ciò che si può osservare è che i paesi con un’assistenza all’infanzia ben sviluppata e un’adeguata assicurazione parentale hanno tassi di natalità più elevati, come la Francia. È uno dei soli tre paesi dell’Unione europea che secondo l’agenzia di statistica Eurostat crescerà in termini di popolazione fino al 2050.