TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’infezione è esplosa nonostante la rapida vaccinazione: “La tempesta perfetta”

Pubblicato:
Aggiornato:

Newsletter

Il Cile ha vaccinato quasi il 40% della popolazione. Tuttavia, il paese sta ora battendo record nel numero di persone infette.

Gli esperti con cui ha parlato la CNN hanno descritto l’aumento come una “tempesta perfetta” da cui il mondo potrebbe imparare molto.

Offrono quattro spiegazioni per la nuova onda dell’aura.

Il Cile è stato duramente colpito quando l’epidemia ha colpito il Sud America nella tarda primavera dello scorso anno. Alla fine di maggio, il Paese aveva il maggior numero di contagi pro capite al mondo.

Poi c’è stato un cambiamento e il paese è stato contrassegnato come un modello di ruolo nella regione con bassi tassi di infezione e vaccinazione rapida.

Il Cile ha stipulato accordi preliminari con diversi fornitori e ha acquisito grandi quantità di vaccini. Secondo gli ultimi dati del nostro mondo nei dati Il paese ha ora vaccinato il 39,3% della popolazione, che è superata da Israele con il 61,6% e dal Regno Unito con il 47,6.

Un operatore sanitario si sottopone a un test del coronavirus in un parco del Brasile a Santiago, Cile.

Foto: Esteban Felix / TT

Un operatore sanitario si sottopone a un test del coronavirus in un parco del Brasile a Santiago, Cile.

Nuove registrazioni di infezioni la scorsa settimana

Tuttavia, tutto è stato riavviato. Il Cile è vicino a 1,1 milioni di casi e 25.000 morti. La scorsa settimana, il paese ha battuto i record per la caduta quotidiana della nuova Corona durante la pandemia, con 8.195 infezioni confermate giovedì e 9.171 venerdì. Sebbene l’aumento sia stato inferiore questa settimana, è chiaro che il Paese non è riuscito a rompere l’ondata di contagi iniziata all’inizio di dicembre.

READ  Hayesen vedeva i piani per l'Europa League: "paura del buio"

Allora cosa è andato storto?

La CNN ha parlato con autorità, esperti e giornalisti. Offrono quattro spiegazioni e dicono che potrebbero servire da lezione per il resto del mondo:

Feste di Natale e Capodanno in relazione all’allentamento delle restrizioni.

Riaprono scuole e centri commerciali.

La rapida vaccinazione ha creato un senso di falsa sicurezza.

Basso effetto del vaccino cinese Sinovac, ampiamente utilizzato nel paese.

Foto: Esteban Felix / TT

Il Cile ha vaccinato quasi il 40% della popolazione.

Francisco Alvarez, esperto di salute pubblica e fino a poco tempo capo delle autorità sanitarie nella seconda città di Valparaiso, ha detto alla CNN che tutto è iniziato con Natale e Capodanno.

– Prima di Natale, abbiamo potuto vedere intere famiglie che compravano regali insieme. Veniva fumata nei centri commerciali. A gennaio, le persone hanno dovuto iniziare le vacanze tra le diverse province e il virus è seguito, ha detto.

Esperto: “The Perfect Storm”

Francisco Alvarez, che è stato curato lui stesso in ospedale con Covid-19 l’anno scorso, afferma che i residenti hanno ricevuto un messaggio fuorviante che possono andare in vacanza dove vogliono, anche all’estero, perché le vaccinazioni in Cile stanno andando così velocemente.

Le persone si sono rese conto che il rischio di contrarre l’infezione era passato e hanno iniziato a rilassarsi. Ha creato la tempesta perfetta.

Quando l’infezione ha ripreso ad accelerare, le autorità sono state costrette a ritirarsi. Le scuole stanno tornando all’istruzione a distanza e solo i negozi vitali possono rimanere aperti. A marzo, gran parte del paese è stata messa in quarantena.

Ministro: La vaccinazione non è l’unica soluzione

Il ministro della Salute Enrique Paris non nega che le restrizioni siano state allentate a dicembre, ma afferma che il governo non ha esortato la gente a smettere di essere cauti.

Non abbiamo mai detto che un vaccino sarebbe stata l’unica soluzione. Abbiamo bisogno di essere vaccinati, ma dobbiamo anche continuare a pensare ad altre cose come evitare i viaggi, indossare il paradenti, lavarci le mani e stare lontano dalle distanze, secondo la CNN.

Ora siamo isolati da 14 giorni e stiamo vedendo buoni risultati insieme agli sforzi di vaccinazione.

Foto: Esteban Felix / TT

L’infezione ha continuato ad aumentare in Cile nonostante il fatto che il chiaro di luna fosse vaccinato.

Messo in discussione il vaccino cinese

Il programma vaccinale cinese ha conquistato i titoli internazionali questo fine settimana quando il direttore del controllo delle infezioni del paese, Gao Fu Riconosco che l’efficacia dei vari vaccini nel Paese “non è elevata”..

In Cile, il vaccino cinese Sinovac è stato ampiamente utilizzato. Negli studi condotti in Brasile, l’efficienza era solo del 50,4%, mentre un altro studio in Turchia ha fornito la cifra molto più alta dell’83,5%. D’altra parte, lo studio brasiliano ha dimostrato che il vaccino fornisce una protezione al 100% contro malattie pericolose.

Non è chiaro in che misura Sinovac possa aver contribuito all’aumento dell’infezione in Cile, ma i timori stanno aumentando dopo che diverse celebrità hanno contratto Corona e sono finite in ospedale nonostante siano state vaccinate, secondo i rapporti della CNN.

Pubblicato:

Continuare a leggere