TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Porträtt av författaren Bill Buford och omslaget till hans bok Jord.

Recensione: Land di Bill Buford – Kulturnytt in P1

Per chiarezza, iniziamo con il solito sottotitolo dettagliato: “Le avventure di uno chef ambizioso e un padre di famiglia a Lione, alla ricerca del segreto della cucina francese”.

Sì, lo chef semi-professionista Bill Buford e la sua moglie amante dei francesi Jessica si stanno davvero gettando nell’ignoto, mentre loro ei loro figli lasciano la loro comoda presenza a New York in un bidone della spazzatura con Lyon Murr, una città che non sembra interessata in qualsiasi cosa tranne se stessi e residenti che pensano solo a qualcosa Dovrebbe essere incluso nel prossimo pasto.

Bill Buford pensò Che c’è un segreto nascosto da qualche parte all’interno, nei Castelli rinascimentali nel centro di Lione, auto-iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, nel mondo contemporaneo dove la gastronomia francese è stata inclusa nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Durante la storia, questo elenco può apparire principalmente come una conferma dell’immagine di sé francese, che semplicemente non può essere accettata che il Rinascimento italiano, i cui architetti hanno costruito il centro di Lione e influenzato quella che sarebbe diventata una grande cucina – fossero in realtà italiani dall’Italia.

Ma ovviamente c’è una consapevolezza di sé positiva. Gli infiniti figli gemelli di Bill Buford sono stati plasmati dai menu di tre portate della scuola in vero francese, mentre lui stesso è costretto a cercare le sue intuizioni nelle pedagogie nere a cui è esposto come apprendista nella famigerata cucina di Lione nell’angusto pub Mayer Brazier, Possiamo usare il termine “ testosterone puzzolente ”, è meno divertente sperimentare, ma – con il suo fascino dimostrato e la sua rettitudine soprannaturale, è in grado di trascendere le barriere culturali, ottenere il riconoscimento per le ragazze e il soprannome Bello, e incontrare Paul Bocuse.

READ  1 miliardo di contributi a SAS-Kkuriren devono finire

Allora è interessante Ad altri che non sono ossessionati dal cibo?

Sì, perché puoi leggerlo anche come reportage d’arte e letteratura.