TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lindelof ottiene un nuovo compagno di squadra al centro della difesa nelle qualificazioni ai Mondiali: “Potrebbe ricominciare”

Storicamente, la difesa della squadra nazionale di calcio maschile svedese è stata spesso il suo principale punto di forza. Ma durante la presidenza di Jan Andersson, ci aspettavamo un cambiamento.

Per quanto riguarda l’offerta della squadra in vista delle prossime qualificazioni ai Mondiali contro Georgia e Spagna, ne era consapevole Non ha mai avuto attaccanti migliori Di quanto non sia ora – e il giorno prima della prossima partita a Batumi, la seconda città della Georgia, ha detto che c’era una mancanza di continuità nella sua posizione di centrocampo, anche se non si lamenta dei giocatori a sua disposizione.

– Penso che abbiamo buone alternative. Durante questi cinque anni e mezzo abbiamo effettivamente vacillato un po’ nella posizione di centrocampo e abbiamo avuto diverse combinazioni di stelle. La capolista dice e continua:

Devi ricominciare un po’ da capo creando nuove costellazioni di stelle, ma mi sento ancora al sicuro con la linea di fondo con cui mi allineerò domani.

Prima dell’incontro con Georgia Marcus Danielson è scomparso a causa delle regole di quarantena in Cina e Philip Hellander e Karl Starvelt sono entrambi infetti.

Pertanto, tutte le indicazioni sono che è il professionista della Bundesliga Joachim Nielsen a fare il suo debutto in nazionale con il capitano Victor Nelson Lindelof quando le qualificazioni hanno ormai raggiunto una fase cruciale e un posto in Coppa del Mondo può essere garantito.

– È una bella sfida, ovviamente, come ha detto lo stesso Joachim Nilsson, alla vita di tutti i giorni in Armenia Bielefeld, il giorno prima della partenza.

– Sono molto nuovo, ma è fantastico far parte di questi contesti.

READ  Squadre tagliate - La festa della squadra di Varberg è ora finanziata dai fan dell'AIK: "Molto grato"

Joachim Nelson e Sebastian Holmen sono due dei difensori centrali di Jani Anderson contro la Georgia.

Foto: Joel Marklund/Bildeberan

In precedenza, ha giocato solo con Nelson Lindelof nella squadra nazionale giovanile. Per quanto riguarda “Vigge”, sarà il terzo partner centrale dell’anno, avendo già giocato con Philip Hellander e Marcus Danielson.

– Più partite giochi insieme, più sai con chi stai giocando accanto, ma tutti qui sono stati con lui molto prima e vi siete allenati insieme. Nelson Lindelof dice che sono giocatori intelligenti, quindi sarebbe facile giocare insieme.

Più recentemente, Joachim Nelson Ha giocato in nazionale, vincendo 3-0 sul Kosovo, e poi in coppia con Danielson. Janne Andersson non conferma che Nelson sarà titolare contro la Georgia – ci sono anche Aleksandar Milosevic e Sebastian Holmen – ma non si rifà agli elogi quando viene citato il nome del 27enne.

Jocke è molto sicuro di sé, gioca duro e ha sviluppato il suo stile di gioco in Germania. Ha un buon piede sinistro e può produrre molto bene la palla sia nelle partite brevi che in quelle lunghe. Mi sono evoluto di più.

– È un bravo giocatore di football intelligente e legge bene le situazioni. Se lui (che gioca) non ci saranno problemi. Nelson Lindelof aggiunge che è importante esibirsi bene e coprirsi a vicenda.

Dopo tutte le prestazioni, si è parlato di una crisi di centrocampo in nazionale, ma per “Jock” Nelson è stato uno sviluppo positivo.

– Queste sono le tue parole. Certo, sono cadute molte cose, il che è positivo per me e per tutti coloro che bussano alla porta. Allora devi correre il rischio e spero di poterlo fare, dice.

Con una vittoria sulla Georgia nello stesso momento in cui la Spagna perde punti in trasferta contro la Grecia più tardi nella notte, la Svezia sarà pronta per la Coppa del Mondo. In caso contrario, domenica si deciderà tutto contro la Spagna a Siviglia.

Per saperne di più:

“Renderemo la vita difficile agli attaccanti svedesi”

Svanberg ha dovuto aspettare per essere vaccinato

Forsberg: non ho parlato con Zlatan di chi ha tirato il rigore

Zlatan sul suo ruolo nelle giovanili: “Attento che non mordo”