TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’indagine propone nuove e più severe norme sulla migrazione della forza lavoro

Il ministro dell'Immigrazione Maria Malmer-Stenergaard ha ricevuto oggi il rapporto sulle nuove regole per l'immigrazione di manodopera, ecc. Nel rapporto sono state avanzate diverse proposte che mirano a rendere più restrittive le condizioni per la migrazione dei lavoratori poco qualificati, incoraggiando al contempo la migrazione dei lavoratori altamente qualificati.

La migrazione di manodopera è importante per la Svezia, ma sebbene il paese necessiti principalmente di manodopera qualificata e altamente qualificata, si registra un’ampia migrazione di manodopera verso occupazioni in cui i requisiti di istruzione ed esperienza professionale sono bassi e verso occupazioni in cui i salari sono bassi. In molti casi si tratta di lavori che dovrebbero poter essere svolti da persone che già vivono in Svezia. Esistono anche problemi diffusi legati all’abuso del quadro normativo, soprattutto nelle occupazioni poco qualificate.

Per spostare l'attenzione sui lavoratori più qualificati, l'indagine propone, tra le altre cose, un requisito salariale al livello del salario medio per ottenere un permesso di lavoro in Svezia, ma con la possibilità di fare eccezioni. Requisiti retributivi per alcune occupazioni. Allo stesso tempo, l’indagine avanza anche proposte per incoraggiare la migrazione di lavoratori altamente qualificati, ad esempio esentando i neolaureati dai requisiti salariali per i permessi di lavoro.

L'inchiesta suggerisce anche di abolire il cosiddetto sistema del cambio di rotta, cioè la possibilità di richiedere un permesso di soggiorno per lavoro e un permesso di lavoro dall'interno del Paese dopo che è stato emesso il rigetto definitivo della domanda di asilo. suggerisce che alcune professioni dovrebbero poter escluderti dalla possibilità di ottenere un permesso di lavoro.

READ  Tetra Pak lascia la Russia dopo 62 anni

Si tratta di un passo importante nel lavoro volto a rendere più restrittive le condizioni per l’immigrazione dei lavoratori poco qualificati, facilitando e migliorando allo stesso tempo le regole per l’immigrazione dei lavoratori altamente qualificati. Il ministro dell'Immigrazione Maria Malmer Stenergaard afferma che la Svezia dovrebbe essere un paese attraente per i lavoratori altamente qualificati.

L’indagine suggerisce che le modifiche costituzionali entreranno in vigore il 1° giugno 2025.