TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le madri in ritardo possono offrire un risarcimento

Le madri in ritardo possono offrire un risarcimento



I clienti possono ottenere un risarcimento dall'azienda nel caso in cui il regalo di Natale promesso venga perso sotto l'albero di Natale.  Galleria fotografica.


© Kristen Olson/TT
I clienti possono ottenere un risarcimento dall’azienda nel caso in cui il regalo di Natale promesso venga perso sotto l’albero di Natale. Galleria fotografica.

Molti rivenditori online promettono la consegna prima di Natale se il cliente effettua l’ordine prima di una certa ora in una certa data. Ma cosa succede se il regalo di Natale non arriva in tempo nonostante la promessa?

Spetta alle aziende se vogliono fornire un risarcimento, afferma Hans Lunden dell’Agenzia svedese dei consumatori per TT.

Ovviamente è troppo presto per dire quanti regali di Natale sono stati posticipati quest’anno, ma l’Agenzia svedese per i consumatori ha visto che ciò è accaduto negli anni precedenti.

– Potresti aver effettuato l’ordine in anticipo, ma il pacco non è arrivato comunque in tempo, afferma l’addetto stampa Hans Lundin.

Presentare sul tuo sito web una promessa di consegna che l’azienda non può mantenere può essere considerato marketing fuorviante.

– Se trovi un’azienda che effettua la consegna prima di Natale, puoi scegliere di ordinare il prodotto lì, il che in questo caso influisce sulla decisione di acquisto.

Può anche essere una clausola abusiva nel contratto.

– Se ci sono problemi in fase di trasferimento, è sempre un problema del concessionario ed è qui che vai se non funziona.

Potrebbe ricevere un risarcimento

È una buona idea inviare un’e-mail all’azienda, in modo da ottenere una risposta che la consegna deve essere effettuata prima della stampa di Natale, o fare uno screenshot della promessa di consegna sul sito web.

– Presentare i tuoi reclami all’azienda – Voglio restituire il prodotto o ottenere un risarcimento per mancata consegna.

Se le parti non trovano una soluzione, il cliente può rivolgersi alla Commissione per i reclami pubblici (ARN) – che per ragioni naturali non ha ancora ricevuto tale reclamo.

– Il cliente deve avere una controversia con l’azienda prima di informarci. Tali rapporti non sono ancora stati ricevuti, afferma il CIO, Ulf Ross, il quale ritiene che in questo caso ci vorrà del tempo dopo la fine dell’anno.

Le aziende devono avere una ragionevole opportunità di rispondere e rifiutare la richiesta di un cliente.

“Conviene fare la cosa giusta”

Secondo Mats Heidenström, capo della politica aziendale di Swedish Trade, alcuni rivenditori online promettono più di quanto possano gestire le consegne attuali.

Sfortunatamente, vediamo cercatori di fortuna. La competizione deve essere condotta su un piano di parità. Deve pagare per fare la cosa giusta e deve costare per fare il male.

Secondo Hedenström, le aziende dovrebbero assumere tali impegni solo se hanno il controllo sulla propria catena logistica.

Dare promesse che non puoi mantenere è regolato anche dal diritto degli acquisti dei consumatori e dal diritto dei contratti a distanza.

– Se un rivenditore ha promesso una certa data e non ha potuto consegnare in tempo, il cliente ha il diritto di restituire il regalo di Natale.

La legge sul marketing contiene anche una serie di standard a cui le aziende devono aderire.

– Il consiglio che diamo ai nostri iscritti è di non promettere qualcosa che non si può mantenere, non solo per normativa ma anche per motivi puramente commerciali – un cliente soddisfatto tornerà.

L’epidemia ha avuto anche problemi logistici che potrebbero averla causata.

– Pertanto, è importante pensarlo come un trader in modo da poter mantenere la tua promessa.

“Sembra fantastico in tutto il paese”

A Postnord, le consegne stanno procedendo bene e il numero di consegne serali prima di Natale è aumentato.

– Sembra fantastico in tutto il paese, dice il direttore di produzione Agnes Carlson.

L’azienda ha anche assunto nuovi dipendenti per coprire i dipendenti che sono a casa per malattia.

– Con l’aumento degli acquisti natalizi online, stiamo cercando di avere un buon dialogo con i principali rivenditori online per assicurarci di avere la stessa immagine delle aspettative di consegna, afferma Carlson, che non vede alcun problema prima di Natale quest’anno.

Carrier Budbee ha gestito bene la logistica nel commercio natalizio nonostante i volumi molto elevati e ha aumentato la capacità nei giorni che precedono la vigilia di Natale, secondo il direttore delle comunicazioni Ann Sonn.

Eravamo preparati per questo fino a quando non abbiamo avuto la capacità di affrontarlo. Inoltre, non abbiamo alcun congedo per malattia significativo tra i dipendenti a causa di Corona.

TT: I pacchi arriveranno entro Natale?

– Dipende da quando e da quale commerciante hai ordinato e quanto sono vicine le stazioni. Ma abbiamo un’elevata sicurezza di consegna e il lavoro viene svolto come previsto.

READ  I leader del G7 concordano sull'imposta globale sulle società