TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le elezioni in Norvegia e Germania sono segni di una nuova ondata di sinistra?

Siamo all’inizio di una nuova ondata di sinistra in Europa e nel mondo occidentale?

È passato molto tempo da quando i partiti socialdemocratici hanno avuto successo tra l’elettorato, ma ora sembrano essere i più grandi nelle elezioni sia in Norvegia che in Germania.

La domanda è se la spiegazione debba essere cercata in circostanze specifiche nei due paesi o se le preferenze degli elettori possano essere interpretate come una nuova tendenza che attraverserà il mondo occidentale nei prossimi anni in risposta a un’ondata di populismo di destra. che ha dominato la politica in molti paesi.

Quando Donald Trump si è rifiutato di rinunciare al potere dopo le elezioni presidenziali statunitensi dello scorso anno, ha scioccato l’intero mondo democratico. Un paese considerato da molti il ​​pilastro della democrazia era molto vicino a diventare una repubblica delle banane.

L’assalto al Campidoglio è diventato una rivelazione. Sicuramente ci sono molti elettori in Europa Che temono quanto velocemente la democrazia verrà erosa dai leader sbagliati al potere.

Wolfgang Hansson ha scritto che l’assalto al Campidoglio ha attirato l’attenzione.

Gli sviluppi in Ungheria e Polonia indicano la stessa tendenza autoritaria. L’Italia è stata brevemente su un percorso simile prima che l’esperimento populista di destra in Italia fosse sospeso sotto Matteo Salvini per essere sostituito dal tecnocrate Mario Draghi.

Tre cose hanno contribuito

Almeno tre cose hanno aiutato questo cambiamento: la pandemia, la minaccia climatica e la riduzione dell’immigrazione.

Il Covid-19 ha notevolmente rafforzato il ruolo dello Stato. Senza un forte sostegno finanziario, molte aziende potrebbero crollare e centinaia di migliaia di lavoratori potrebbero perdere il lavoro. Ora sono stati salvati da interventi statali che prima erano visti come quasi fuori questione in un’economia di mercato.

READ  Le azioni stanno cercando di recuperare. A Milano regna la febbre del possesso e Wamda...

La minaccia climatica sta diventando così ovvia che sempre più elettori la prendono sul serio e si chiedono come ridurre le emissioni. Ovviamente, come la pandemia, questo richiede un forte intervento del governo che di solito non appartiene al capitalismo.

La sinistra ha generalmente beneficiato del grido di uno stato forte.

può essere una guida

Il fatto che l’immigrazione in Europa sia diminuita drasticamente negli ultimi anni significa che il problema principale dei partiti populisti di destra è finito in fondo all’agenda. Non è scomparso, ma è stato in una certa misura disarmato grazie al fatto che molti partiti socialdemocratici ora sostengono un’immigrazione strettamente controllata.

Resta da vedere fino a che punto questo sviluppo potrà tradursi in un successo elettorale per la sinistra nei prossimi anni. valen io Norvegia La Germania potrebbe essere una guida, ma ci sono anche altre spiegazioni per la sinistra in questi paesi.

In Norvegia, l’estrema destra Erna Solberg è primo ministro da otto anni. È un lungo periodo al potere che di per sé può portare a un desiderio di cambiamento.

In Germania, l’onda sinistra è molto moderna. In un tempo relativamente breve, l’SPD è passato dal 15 al 25 per cento nei sondaggi.

Il candidato socialdemocratico Olaf Schulz è emerso come il candidato preferito per il nuovo cancelliere tedesco.

Manifesto elettorale in Germania.

Molto sembra essere dovuto al fatto che il loro candidato alla carica di cancelliere Olaf Schulz è visto come la persona più simile nell’aspetto ad Angela Merkel. Se la Merkel avesse insistito, era molto probabile che avrebbe vinto di nuovo. Ma poi è più al centro che a destra.

READ  30 nuove auto elettriche in otto anni

L’onda del successo è svanita

Sebbene ci siano alcuni punti interrogativi sul fatto che si tratti davvero di una nuova ondata di sinistra, la sensazione è che la combinazione della pandemia e della minaccia climatica abbia mitigato l’ondata di successo populista di destra dopo il 2015.

Il Partito del progresso norvegese ha lasciato il governo perché la Norvegia ha ricevuto una (1) donna norvegese dell’ISIS dalla Siria. Si sentono irragionevolmente soffocati.

Il leader laburista Jonas Gahr Store sembra destinato a diventare il nuovo primo ministro norvegese.

L’alternativa tedesca alla Germania, l’Afd, non è riuscita a creare una forte opposizione durante il suo primo mandato al Bundestag. Invece, dominavano i disaccordi interni.

Né l’AfD né il Partito del progresso possono essere contati a lungo termine, ma il loro movimento in avanti si è distinto. Lo stesso vale per la Lega di Salvini, l’Assemblea nazionale francese, Marine Le Pen e molti altri partiti populisti di destra.

Anche i tradizionali partiti di destra come il Partito Conservatore e CDU/CSU stanno perdendo terreno in molti paesi. le notizie di oggi Oggi, il sindaco di Varsavia Rafal Trzaskovsky ha denunciato il calo dell’influenza della destra moderata.

Non siamo forti, non abbiamo successo, non siamo più sexy.

Sembra invece che la sinistra respiri l’aria mattutina.

Se anche la Svezia fa parte della stessa tendenza, riceveremo una ricevuta entro un anno.

Inserito: