TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le critiche dell'UE al mercato immobiliare svedese hanno ricevuto sostegno e contraccolpo

Le critiche dell’UE al mercato immobiliare svedese hanno ricevuto sostegno e contraccolpo

Per più di un decennio, la Svezia è stata criticata dalla Commissione per i pericoli di un mercato immobiliare surriscaldato. Due importanti economisti svedesi non sono d’accordo sul fatto che le critiche siano giustificate o meno.

Su richiesta degli Stati membri, dal 2011 la Commissione europea sta riesaminando le proprie finanze pubbliche al fine di rilevare eventuali carenze e avvertire in una fase iniziale dei rischi per l’economia del Paese o per l’intera economia dell’UE. Ogni anno, da allora, la Commissione ha messo in guardia la Svezia sulla situazione del mercato immobiliare con uno dei livelli di debito privato più alti dell’Unione europea.

“Gli squilibri macroeconomici già esistenti nel mercato immobiliare sono peggiorati, così come i prezzi delle case e l’indebitamento privato”, si legge nell’ultimo rapporto. il rapporto Sulla Svezia che è venuta la scorsa settimana.

Di conseguenza, la Svezia appartiene a un gruppo di dieci paesi dell’Unione europea, tra cui Romania, Germania e Italia, i cui squilibri macroeconomici sono monitorati dalla Commissione.

Tuttavia, Harry Flamm, professore emerito all’Università di Stoccolma, ritiene che il comitato abbia torto.

– Harry Flam ha affermato durante un seminario organizzato dalla Commissione Europea in Svezia, che la Commissione Europea sta usando uno standard sbagliato nel valutare i rischi di crisi nel mercato immobiliare.

Il comitato considera i prezzi delle case in relazione al reddito disponibile quando effettua la sua valutazione e, secondo Flamm, quei prezzi sono in aumento da circa 20 anni. Ritiene che partire dal prezzo delle abitazioni sia l’approccio sbagliato e sostiene invece la relazione tra costi abitativi e reddito disponibile. Minori spese per interessi significano che i costi degli alloggi sono diminuiti, secondo il professore di economia.

READ  Gli agricoltori di Arvika e Ida parlano dell'aumento dei prezzi del grano

– Non credo che ci sia un crollo imminente nel mercato immobiliare svedese. Harry Flamm ha detto che è stato un po’ sfortunato che la Svezia sia stata giudicata avere uno squilibrio macroeconomico proprio a causa di questo problema.

Annika Winsth, capo economista di Nordea, difende le preoccupazioni del comitato sul mercato immobiliare svedese.

– Penso che sia assolutamente corretto [kommissionen] Alzare il mercato immobiliare. non condivido [Harry Flams] Winsth ha detto completamente vedente.

Ritiene che i tassi di interesse ultra bassi abbiano portato a un maggiore indebitamento e osserva che in Svezia questo ha recentemente raggiunto un nuovo picco con un indebitamento al doppio del reddito disponibile. Teme che il previsto aumento dei tassi di interesse sui mutui possa avere evidenti effetti negativi.

– Molto veloce [prisfall] Entrando nel mercato immobiliare, diventa psicologia. Finora, le famiglie svedesi sono molto depresse e questo significa che riduci la tua domanda e diventi cauto. Winsth Chief Economist ha affermato che stiamo già assistendo a un calo dei prezzi delle case e che continueranno.

Vede un aumento del tasso di interesse al 4-5 per cento se l’inflazione elevata non viene superata entro la fine dell’anno.

Annika Winsth ha detto: – È un tasso di interesse che né l’economia svedese né il mercato immobiliare possono permettersi senza che entriamo in una recessione più profonda.