TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L'Agenzia svedese per i consumatori critica l'abbonamento Synsam – DN.se

L'Agenzia svedese per i consumatori critica l'abbonamento Synsam – DN.se

DN aveva precedentemente riferito di come la 74enne Joanna Berglin si sia sentita ingannata dopo aver dovuto pagare 10.000 corone svedesi in più del previsto per aver ricevuto tre paia di occhiali tramite il servizio “lifestyle” di Synsam.

– Sono stata ingenua e non ho letto tutte le 14 pagine del contratto, ha detto a DN Juana Berglin a marzo.

Solo dopo che il giornale ha riportato l'accaduto l'azienda l'ha contattata e le ha offerto indietro i soldi.

Il piano di servizio in abbonamento prevede che il cliente paghi una tariffa ogni mese per due anni per noleggiare i propri occhiali. Al termine dell'abbonamento il cliente potrà acquistare gli occhiali separatamente oppure restituirli.

Ma secondo l'Agenzia svedese per i consumatori, che ora critica l'azienda, afferma che esiste il rischio che i clienti non capiscano come funziona la disposizione sugli abbonamenti. Lo riferisce l'agenzia di stampa Sirin.

Foto: Moa Kallstrom

-Sulla base delle segnalazioni ricevute, due problemi hanno attirato la nostra attenzione. L'unico problema è che molti consumatori non capivano di aver noleggiato gli occhiali durante il periodo di abbonamento, ma pensavano di aver pagato una parte dell'importo. Il secondo problema è che i consumatori non capiscono che cambiare gli occhiali durante il periodo di abbonamento significa prolungare il periodo di impegno dell'abbonamento, afferma Michaela Lundqvist, avvocato dell'agenzia per la protezione dei consumatori.

– Abbiamo visto che i consumatori ritengono di non ricevere abbastanza informazioni su questi punti. Riteniamo che sia necessario ottenere informazioni e pertanto siamo arrivati ​​alla valutazione che esse siano fuorvianti.

L'Agenzia svedese per i consumatori vuole ora che Synsam fornisca risposte su quali misure verranno adottate e su come i dipendenti dei negozi dell'azienda spiegheranno in futuro ai clienti come funziona il sistema.

– Al momento non abbiamo ricevuto risposta da Sensam, ma la stiamo aspettando e poi prenderemo posizione per affrontare ulteriormente la questione, afferma Mikaela Lundqvist.

DN è stato in contatto con Synsam per commentare come vedono le critiche. L'azienda sceglie di rispondere via email:

“Lavoriamo costantemente per migliorare i nostri servizi e cerchiamo di essere il più chiari possibile durante l'intero processo di registrazione, sia in negozio, sul sito web o tramite e-mail di follow-up. Purtroppo a volte sorgono malintesi e vogliamo sempre risolverli direttamente con il cliente”, ha scritto la portavoce. L'azienda è Jenny Farid.

“Da parte nostra, è ovviamente un fallimento che un cliente si rivolga a un'organizzazione dei consumatori per presentare un reclamo. Prendiamo la questione sul serio e stiamo seguendo e lavorando per miglioramenti continui.

Era un servizio in abbonamento Un accordo redditizio per Synsam. Il giornale riporta che l'azienda ha circa 645.000 clienti su Lifestyle e che il fatturato netto derivante dagli abbonamenti è aumentato dell'11,6% nel primo trimestre dell'anno. Il mondo del business.

Per saperne di più:

“Mi sento ingannato dal mio abbonamento Synsam”

Sensam sostiene – Juana Berglin ottiene 10.000 kr

READ  La quarantena italiana potrebbe colpire le aziende svedesi