TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La speranza della Finlandia continua, nonostante la perdita: "Orgoglioso"

La speranza della Finlandia continua, nonostante la perdita: “Orgoglioso”

Non è successo molto alla Finlandia. Il numero uno al mondo giustifica molte giocate difensive per un torneo per la prima volta come la Finlandia.

Per molto tempo, hanno anche affrontato il Belgio, che ha avuto la superstar Kevin De Bruyne nelle sue prime 11 presenze in un torneo.

Ma al 74′ il primo gol belga è arrivato quando il portiere finlandese Lukas Hradecki ha afferrato il palo e sette minuti dopo Romelu Lukaku ha segnato 2-0, sprecando così le possibilità della Finlandia di qualificarsi per gli ottavi di finale al secondo posto.

– Non siamo arrivati ​​al punto di prendere un punto e andare avanti. Di conseguenza siamo delusi. Ma nel complesso, sono molto orgoglioso del lavoro svolto dalla squadra contro un’opposizione molto forte, afferma il capitano finlandese Marko Kanerva.

guidare presto

La Finlandia ha dovuto cercare la difesa fin dall’inizio. Il Belgio ha lasciato cadere la palla in attacco e non ci sono state serie occasioni. Tra le altre cose, Axel Witsel ha tirato un tiro da una posizione superba appena fuori dall’area di rigore e ha dribblato Jeremy Dukaux in posizione di tiro e ha colpito forte e in una buona posizione, ma Hradike era sul referto.

La Finlandia ha resistito nell’intervallo, ha dovuto respirare per 15 minuti e prepararsi per il prossimo attacco.

Il secondo tempo è proseguito sulla stessa falsariga. Cioè, Belgio che detta velocità e Finlandia che si concentra sulla difesa.

Lukas Hradecky ha dovuto mostrare più volte i suoi piedi anteriori. Tra l’altro con una bella reazione si salva con un tiro ravvicinato di Eden Hazard.

READ  'E' un uomo malato'

Ma alla fine, Hradiki ha dovuto arrendersi – credeva.

Entra De Bruyne al posto di Romelu Lukaku che mette la palla in rete. Ma Lukaku, dopo una revisione al VAR, è stato giudicato in fuorigioco e lo stallo è continuato.

Ma il Belgio pagherà per lo sforzo.

Il centrocampista Thomas Vermaelen, 35 anni, ha raggiunto la cima di un angolo, ha annuito sul palo e poi è rimbalzato su Hradecky ed è entrato in porta. Il 2-0 arriva con Romelu Lukaku all’81’, questa volta non è in fuorigioco quando si gira e colpisce la palla in rete.

“Orgoglioso di tutti”

Così, la Finlandia è arrivata terza nel Gruppo B con tre punti quando la Danimarca ha battuto la Russia 4-1 ed è arrivata seconda. Per progredire come uno dei primi quattro tre, è imperativo che il punteggio nelle altre partite vada a buon fine.

– In generale, sono orgoglioso di tutti, di come non abbiano avuto paura contro una squadra forte. Abbiamo ancora una piccola possibilità di andare avanti, ma gli altri risultati non sono stati ancora molto buoni per noi. Speriamo di avere buone notizie in futuro, afferma Marco Kanerva.

Il terzo posto davanti in un girone con Russia, Danimarca e Belgio è qualcosa di cui il capitano della nazionale non può essere scontento.

– Il terzo posto in un girone di questa qualità è per noi un buon risultato. Kanerva dice che al momento mi sento un po’ vuoto.

Sono partite indimenticabili che credo tutti potranno apprezzare in futuro.

Il Belgio è il primo del girone e giocherà gli ottavi di finale a Siviglia contro uno dei quattro migliori gironi.

C’erano molti sostenitori finlandesi a San Pietroburgo. Foto: Eric Simander/TT