TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La situazione di Le Pen alle elezioni regionali francesi French

L’Assemblea nazionale (RN) ha fatto affidamento sul successo in almeno cinque distretti nel primo turno delle elezioni di domenica scorsa, ma non è riuscita a stabilire una presa salda su nessuno.

Domenica era chiaro che il partito non era riuscito a conquistare alcun territorio. Nemmeno la già pianificata Provenza-Alpi-Costa Azzurra, dove si trovano città come Marsiglia e Cannes. Questo nonostante i pochi progressi prima del round finale.

Secondo gli osservatori, la vittoria nella regione meridionale della Francia avrebbe significato un vero impulso alla candidatura di Le Pen alla presidenza.

Il partito repubblicano conservatore (R) ha avuto successo nella regione Hauts-de-France. La vittoria significa che l’importante politico di partito Xavier Bertrand potrebbe diventare un candidato presidenziale alle prossime elezioni.

L’affluenza di domenica scorsa – 34 per cento – il più basso dalle elezioni regionali del 1958, e Le Pen lo ha descritto come un “disastro civile”. Né il secondo turno sembra aver attirato i francesi, secondo i primi dati del ministero dell’Interno del Paese.

Una sfida particolare sembra essere quella di portare i giovani del Paese alle urne: domenica scorsa, quasi il 90% dei francesi tra i 18 ei 24 anni ha scelto di rimanere a casa. In un sondaggio di giovedì, solo il 36% di tutti gli elettori ha dichiarato di voler votare al secondo turno delle elezioni.

Molti vedono le elezioni regionali come una prova pubblica per le elezioni presidenziali del prossimo anno, ma né il presidente Emmanuel Macron né il suo atteso principale rivale Le Pen hanno avuto motivo di festeggiare dopo il primo turno. L’elezione è stata una “delusione per Macron e il suo partito Lrem”.

READ  Nuove uscite: Il Papa è in buona forma

Le elezioni regionali francesi riguardano 18 regioni e in pratica includono il sostegno alle imprese, il trasporto pubblico regionale e le scuole secondarie superiori, ma è soprattutto un’arena importante per i politici nazionali per mostrarsi e conquistare nuovi elettori.

I seggi chiudono alle otto di sera.

Leggi di più:

Eric de la Reguera: L’equilibrio della destra sta tornando in Francia?

Annika Ström Millen: Le lotte interne di destra definiscono le prove pubbliche in Francia