TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La ricerca mostra che la chirurgia dello spioncino ha dei vantaggi – Örebro News

Kafeh Dehlaghi Jadid viene sottoposto a un intervento chirurgico per rimuovere l'appendice. Guarda l'addome con una macchina fotografica e strumenti.

Foto: distretto della contea di Örebro.

Ogni anno, circa 7.000 persone ricevono la notizia di avere un cancro al colon o al retto e ora una ricerca dell'Ospedale universitario di Örebro mostra che i nuovi metodi di chirurgia dello spioncino presentano molti vantaggi.

Per il cancro del retto, i pazienti vengono solitamente trattati prima con radioterapia e chemioterapia prima dell’intervento chirurgico. Al contrario, i pazienti affetti da cancro al colon di solito vanno direttamente all’intervento chirurgico, ma spesso ricevono successivamente la chemioterapia.

– In passato gli interventi venivano eseguiti principalmente con tecniche a cielo aperto, ma le nuove tecniche offrono vantaggi come meno sanguinamento, meno dolore e un recupero più rapido. Oggi, la maggior parte dei chirurghi in Svezia utilizza la chirurgia dello spioncino, che è una tecnica minimamente invasiva, il che significa che la procedura viene eseguita con un impatto minimo sul paziente. dice Kaveh Dehlaghi Jadid, specialista in chirurgia presso l'Ospedale universitario di Örebro ed ex studente di dottorato presso l'Università di Örebro.

La chirurgia dello spioncino può essere eseguita utilizzando la classica tecnica laparoscopica o con l’ausilio della tecnologia assistita da robot.

-Abbiamo riscontrato molti vantaggi con la nuova tecnologia, poiché il tempo di trattamento è stato ridotto in modo che i pazienti possano tornare a casa prima, Lui dice.

I risultati della ricerca dimostrano che il passaggio alla chirurgia mini-invasiva avvenuto in Svezia è stato positivo e ha portato a risultati migliori.

In alcune analisi, la ricerca è stata anche in grado di mostrare un tasso di sopravvivenza globale migliore per i pazienti sottoposti a intervento chirurgico con lo spioncino. I tumori localmente avanzati avevano una probabilità leggermente maggiore di essere sottoposti a intervento chirurgico con una tecnica aperta, in cui il paziente subisce una grande incisione nell'addome.

READ  “Servono iniziative educative sull'HIV nelle cure primarie”

I fattori socioeconomici influenzano la scelta del metodo chirurgico

– Nella mia tesi è stata esaminata anche l'influenza dei fattori socio-economici sulla scelta della metodica chirurgica. I risultati hanno mostrato che i pazienti con un’istruzione o un reddito più elevato avevano una maggiore probabilità di ricevere un intervento chirurgico mini-invasivo. Anche le donne erano più propense a utilizzare questo metodo, e questo potrebbe avere qualcosa a che fare con il fatto che il loro bacino è più largo. Lui spiega.

Per verificare come è stato scelto il metodo chirurgico, il gruppo di ricerca di Kaveh Dehlaghi Jadid vuole condurre ulteriori studi. Se questi studi mostrano una continua influenza dei fattori sociali ed economici, c’è motivo di adottare misure per ridurre queste potenziali differenze.

– In Svezia abbiamo l'assistenza pubblica e tutti dovrebbero ricevere uguale assistenza indipendentemente dai fattori sociali ed economiciConclude.

Salute | Örebro
Örebro Notizie

Fonte: Ospedale universitario di Örebro