TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La proposta dell’UE per i lavoratori delle piattaforme divide i politici svedesi

Dipendenti o autonomi? Quando la commissione per l’occupazione del Parlamento europeo presenta la sua proposta per condizioni migliori per il lavoro teatrale, si concentra sulla questione dello status professionale dei lavoratori delle piattaforme. I membri del parlamento svedese dell’UE sono divisi sulle loro opinioni sull’ordinanza.

Il Parlamento europeo ha fatto un passo avanti sulla questione delle nuove regole per condizioni ottimali per il lavoro in piattaforma. Giovedì la deputata responsabile, Elisabetta Gualmini dei Socialdemocratici italiani, ha presentato alla commissione parlamentare per l’occupazione la prima bozza di relazione sull’ordinanza.

– Nella nostra bozza, abbiamo chiarito ancora di più che vogliamo fornire condizioni ragionevoli per i lavoratori delle piattaforme, né più né meno, ha affermato giovedì Elizabeth Qualmini.

Rispetto alla proposta della Commissione Europea del dicembre 2021, sono state apportate diverse modifiche alla prima bozza del Parlamento.

Tra le altre cose, contiene un elenco di criteri per determinare le ipotesi di occupazione, ovvero criteri per determinare chi è un lavoratore dipendente e chi è un lavoratore autonomo. L’idea è di evitare di riconoscere un elenco di criteri troppo breve e riflettere meglio l’intera realtà dei lavoratori sulle piattaforme digitali.

– Elizabeth Qualmini ha affermato che l’obiettivo principale è fornire la giusta classificazione per i lavoratori delle piattaforme e ha sottolineato che è importante che questi lavoratori non abbiano uno status separato, in cui si applicano solo determinate protezioni, mentre altre non dovrebbero applicarsi.

– Dovrebbe essere chiaro: o sei un lavoratore autonomo o lavori, ha detto.

Gaddy: “Cattivi piani”

Giovedì c’è stata un’accoglienza mista tra i membri della commissione parlamentare per l’occupazione. Anche i membri svedesi del gruppo non erano d’accordo sulla proposta.

READ  In memoria: Eira Nilson - DN.SE

Sarah Skydetel della Democrazia Cristiana critica il progetto di parlamento.

“La proposta del rappresentante socialdemocratico è peggiore di quella della Commissione, soprattutto per i progetti che coinvolgono centinaia di migliaia di lavoratori autonomi che verranno erroneamente classificati come lavoratori”, ha commentato nel piano.

Sarah Skydetel ritiene che questa legge dell’UE non sia necessaria. L’opinione che condivide con il comitato del mercato del lavoro di Rickstock è che crede che questa sia solo una questione di decisione nazionale.

– La questione dei termini e delle condizioni del personale della piattaforma non è di competenza degli Stati membri ea livello dell’UE. Dice che la proposta per l’ordine della commissione è una minaccia sia per il modello svedese che per l’opinione svedese sui lavoratori e sulla competitività europea.

R: “Rafforza la sicurezza dei lavoratori”

Ilan de Passo dei socialdemocratici, membro della commissione per l’occupazione, è cautamente positivo sul nuovo piano.

– Dice che la bozza del giornalista è più lungimirante della proposta della commissione e mira a rafforzare le condizioni di lavoro nell’economia della piattaforma, ma insiste sul fatto che non ha ancora avuto l’opportunità di leggere la proposta in dettaglio.

Pensa che sarebbe bene avere una proposta a livello UE per rafforzare e chiarire i diritti di chi lavora nell’economia della piattaforma.

– Oggi abbiamo grossi problemi perché i dipendenti sono classificati erroneamente come lavoratori autonomi, il che significa che non hanno la protezione del lavoro che meritano. La proposta cerca di rafforzare la sicurezza concentrandosi sulla presunzione legale di occupazione, ma afferma:

– Ma dobbiamo stare attenti che avvenga in un certo modo, cioè rispettiamo i diversi modelli di mercato del lavoro che esistono.

READ  Due manifestanti contro i vaccini sono stati arrestati per terrorismo corona in Italia

Il lungo processo rimane

La proposta presentata giovedì è solo la prima bozza del parlamento e la proposta definitiva non è prevista prima dell’autunno.

Tuttavia, Sarah Skydetel ha già sospeso la sua strategia.

– Poiché non è realistico che la proposta di ordinanza venga respinta, cercherò la possibilità che la Svezia si discosti dall’ordinanza nei miei emendamenti alla commissione, afferma.

“Inoltre, propongo emendamenti all’articolo 4 dell’ordinanza volti a ridurre il numero di lavoratori autonomi che possono essere travisati come dipendenti. Sviluppo e nuovi posti di lavoro”, continua.

Ilan de Passo pensa che sia troppo presto per iniziare a parlare di eccezioni, ma prima dobbiamo guardare a come sarà il testo finale.

– Ma la nostra posizione è che ciò non dovrebbe influenzare il modello del mercato del lavoro svedese. Dice che non accetteremo la proposta che è in alcun modo rischiosa.