TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Germania si avvicina alle vittime del disastro

Gli appassionati di sport motoristici conoscono probabilmente il Nürburgring, la vecchia pista a 80 chilometri da Bonn, che i principianti chiamano semplicemente “la pista”.

Ma le auto ora al Nürburgring non competono con nessuno, tranne che per l’orologio. Il sito è stato convertito in un centro di soccorso nella Germania occidentale e ci sono veicoli della Croce Rossa, vigili del fuoco, esercito, polizia e THW.

Qui si fanno anche i rifornimenti e fuori dal cortile c’è un camion che trasporta otto tonnellate di vestiti, giocattoli, acqua e cibo per animali e persone. La roba viene dalla gente della cittadina di Bad Marienberg.

– Il primo carico conteneva 10 o 12 tonnellate, afferma Matthias Eschnauer, un residente di Bad Marienberg che ha aiutato con la consegna.

– siamo tutti umani. Dobbiamo stare insieme.

Leggi di più: Inondazioni in Europa – questo è successo

Questo non è mai successo prima

Gli sfollati dei loro villaggi devastati vivono vicino all’ippodromo, così come i soccorritori lontano dalle loro case. L’aiuto è arrivato da altre parti della Germania, dalla Francia e dal Lussemburgo.

L’ippodromo del Nürburgring si trova ad Ahrweiler, una delle zone più colpite dalle inondazioni della Germania occidentale. Almeno 110 persone sono state uccise qui e 670 sono rimaste ferite.

Ma i numeri aumenteranno con ogni probabilità. Molti villaggi sono stati circoncisi o sono stati circoncisi dal mondo esterno e l’entità totale del disastro non può ancora essere determinata.

La fase acuta può terminare entro una settimana. Questo è difficile da dire. Una cosa del genere non è mai successa prima.

Il pompiere Klaus Siber si trova a un incrocio vicino al villaggio di Altenahr, a poco più di mezz’ora di auto dal Nürburgring. È specializzato in incendi boschivi e ha lavorato quando il fiume Elba è inondato, ma dice come molti altri: questa è la cosa peggiore che sia successa alla Germania dalla seconda guerra mondiale.

READ  La variabile delta fa sì che la Germania cambi i consigli sui vaccini

– Puoi avere tutta la tecnologia del mondo… Questo ti porta con i piedi per terra. Prendi tutti i ponti spezzati, sembra una guerra. Dice che mostra quanto sei giovane veramente.

Cani in cerca di sopravvissuti

Dietro Klaus c’è un carro di salvataggio con cani pronti a scendere nel burrone e cercare persone nelle masse etniche.

Nel villaggio, il dolore e lo shock si fanno quasi sentire. Ovunque le persone camminano con stivali di gomma e pale in mano ricoperte da un sottile strato di argilla dalla testa ai piedi. Le finestre nel seminterrato delle case un tempo belle, molte delle quali erano al collo centinaia di anni fa, sono state rotte mentre le acque si sono ritirate.

La scena si ripresenta in altri villaggi colpiti. Caos e distruzione: persone che cercano di salvare ciò che può essere salvato. Di tanto in tanto passano le sirene delle ambulanze. Elicotteri che trasportano acqua e rifornimenti si librano sopra di loro.

Ma non sono solo gli abitanti del villaggio a lottare. Di volta in volta, riappare la stessa frase: non abito qui, ma sono venuto per aiutare.

Dei 2.000 bagnini di stanza all’autodromo del Nürburgring, il 95% sono volontari. Questo è ciò che afferma Marcus Weschinger, direttore dei media del servizio di soccorso, ma in realtà direttore delle vendite di una società di costruzioni.

Organizzare uno sforzo di soccorso così completo, dice Marcus Weschinger, è stata una sfida logistica e un grande desiderio di aiutare a volte rasentava l’ansia. I villaggi bisognosi di assistenza sono spesso remoti e le strade rischiano di essere chiuse da volontari benevoli.

READ  Lo spazio aereo sopra la Bielorussia sta svuotando gli aerei - notizie (ICOT)

Il pompiere Klaus Sieber fuori dalla valanga è sullo stesso percorso.

– Di solito, prima che scoppi un incendio, ad esempio, scoppia il caos per 2-3 minuti prima che tu sia sulla strada giusta. Ora sono 2-3 giorni.

Leggi di più: La terra fu bonificata e il villaggio di Blissam fu preso con esso

Leggi di più: La terra fu bonificata e il villaggio di Blissam fu preso con esso

Vieni a cercare parenti

Come l’Altenahr e il Nürburgring, Remagen si trova nella regione di Ahrweiler, ma nonostante la sua vicinanza al Reno è poco colpita. Qui c’è un centro di aiuto che raccoglie cibo, vestiti e altre necessità, oltre a fare i letti per gli sfollati.

– Abbiamo dovuto mettere in pausa il gruppo per avere il tempo di sistemare tutto, dice Mark Porsche, uno dei volontari del centro.

Ecco anche una lunga lista di volontari.

– Tutti vogliono aiuto e vengono a chiedere se abbiamo bisogno di qualcosa. La gente viene da tutto il paese.

Altri visitatori hanno domande peggiori. Hai visto i miei parenti? Sono qui?

– Ora dobbiamo aiutarli. Avremo un’idea dell’ora più tardi, dice Mark Burrs.

Lui stesso sarebbe davvero libero ora.

– Ma non è stato bello prendersi una vacanza in questo caso.

Crede anche che il centro di assistenza riceverà presto più sfollati perché altri centri ora mancano di elettricità e acqua.

Cosa ne pensi di come lo stato tedesco agirà su questo?

– Fanno quello che possono. Questo è un grave disastro, quindi non sorprende che non sia stato pianificato, afferma Mark Burrs.

Il fotografo Nils Peter Nilsson e la giornalista Mia Peterson in location nella Germania occidentale. Foto: Nils Peter Nelson

Leggi di più: Margaret E. dovrebbe: “Era come un film”.

Vuoi saperne di più su come il GP lavora con il buon giornalismo? Leggi il nostro Codice Etico Qui.