TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La crisi climatica aumenta il rischio di malattie tropicali – in Svezia

La crisi climatica aumenta il rischio di malattie tropicali – in Svezia

Sta diventando più caldo e umido in Svezia. Aumenta il rischio di sviluppare molte nuove malattie. Le zanzare che diffondono malattie tropicali come la dengue e la febbre del Nilo sono già presenti nel nord Europa. La zanzara della febbre del Nilo è già stata rilevata nel sud della Svezia e il sistema sanitario è ora in attesa del primo caso locale.

– La domanda non è se arriverà, ma quando, dice Gulsen Ozkaya Sahin, professore di virologia all'Università di Lund.

Lei ritiene che il rischio di infezione sia finora molto basso e che la maggior parte delle persone infette non si accorga affatto dell'infezione. Ma meno dell’1% di tutte le persone infette sviluppa encefalite o meningite e, nel peggiore dei casi, può portare alla morte.

Più virus con l’aumento della temperatura

La febbre del Nilo può essere trasmessa attraverso la trasfusione di sangue. Pertanto, la Regione di Scania è ora pronta ad iniziare lo screening di tutti i donatori di sangue non appena verrà rilevato un caso locale.

Gulsen Ozkaya Sahin ritiene che sia bene essere preparati.

– Non c'è bisogno di aver paura della febbre del Nilo. Ma dobbiamo avere paura del riscaldamento globale. Lei dice: Se non riusciamo a controllare la malattia, le malattie tropicali potrebbero certamente raggiungere la Svezia e altri paesi scandinavi.

Oltre alla febbre del Nilo, i cambiamenti climatici in Svezia potrebbero portare a più casi di virus trasmessi dalle zecche. O da zecche già presenti in Svezia o da nuove specie di zecche che trasportano virus più pericolosi, ad esempio una forma più grave di TBE o febbre emorragica Crimea-Congo con un tasso di mortalità più elevato.

READ  Segna in stagione con un'enfasi sulle zecche della taiga

Sfide sanitarie

Magnus Gieslin è un epidemiologo governativo presso l’Agenzia per la sanità pubblica e professore di malattie infettive presso l’Accademia Sahlgrenska. Egli ritiene che il cambiamento climatico rappresenti una sfida per l’assistenza sanitaria.

Stiamo già assistendo ad un aumento dei contagi a causa del riscaldamento climatico. Magnus Geslin afferma che l'assistenza sanitaria deve prestare attenzione e conoscere i sintomi e che queste malattie esistono già.