TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“La corruzione svedese fa bene a confronto con il nord Italia”

“Ora i ricercatori devono esaminare se la corruzione in Svezia è arrivata a livelli paragonabili a quelli del sud Italia”. Questo è affermato nella prefazione all’articolo di discussione di DN, in cui tre scienziati politici viaggiano e alzano la bandiera rossa per una serie di questioni profondamente preoccupanti all’interno dell’amministrazione svedese.

Non ho obiezioni alla loro tesi secondo cui le dichiarazioni di avvertimento menzionate insieme formano uno schema preoccupante. La loro capacità di integrare chiaramente le dichiarazioni personali in formati più ampi e concisi è un contributo chiave alla discussione sulla criminalità organizzata.

D’altra parte dubito delle loro richieste di confronto con il sud Italia. Quel paragone non aiuta nessuno tranne coloro che amano equiparare i meridionali italiani alla mafia, e questo è sbagliato per due ragioni.

Primo Livelli di corruzione giorno e notte. Poiché le loro misurazioni scientifiche in questo campo sono leader a livello mondiale, nessuno lo sa meglio degli autori.

La corruzione svedese è la più bassa in Europa, mentre l’Italia meridionale è la più alta. La criminalità organizzata e la corruzione assumono forme fondamentalmente diverse. Poiché si tratta di un problema sistemico principalmente nell’Italia meridionale, esistono chiare strutture di incentivazione per comportamenti corrotti poiché la percezione pubblica del comportamento corrotto degli altri è molto alta.

Nella ricerca sulla corruzione di Bo Rothstein, indica il problema come un problema normale, e trovo difficile credere che la norma generale della corruzione in Svezia sia paragonabile a quella dell’Italia meridionale. La presenza dello Stato nell’Italia meridionale non è direttamente paragonabile a quella della Svezia.

Ad esempio, il sindaco napoletano Luigi de Magistres è famoso nella sua città natale perché non ha permesso allo stato italiano di controllare troppo, ma Consente ai residenti di gestire gli affari della città. Non abbiamo niente di simile in Svezia.

READ  Peggior incidente al Giro d'Italia - prima testa in giù

Secondo Un simile confronto è al di là della storia. La corruzione nell’Italia meridionale fu il prodotto di un lungo e complesso sviluppo storico, in cui i processi di fine Ottocento portarono al secolare problema della grave criminalità organizzata unita al sottosviluppo socio-economico, all’omogeneità e al razzismo. Dalle parti settentrionali del paese. La criminalità organizzata si è impadronita dell’intero mercato, portando alla spietata uccisione di importanti avvocati e altri rappresentanti dell’amministrazione italiana.

D’altra parte, accetto l’appello degli scienziati politici affinché gli scienziati sociali dovrebbero rivolgere molte più pietre ai rischi della corruzione in Svezia. Dopotutto, gli studi devono essere fatti con molta attenzione.

Dopodiché, i confronti sembrano più appropriati. Per molti versi sarebbe simile alla Svezia, ma penso che i paesi o le regioni con problemi di criminalità organizzata e rischi di corruzione che sono aumentati in due decenni sarebbero punti migliori da confrontare.

Uno di questi esempi Il nord Italia lo è. Il massiccio scandalo di corruzione che negli anni ’90 ha travolto il Paese in nome delle “mani pulite” evidenzia la presenza di corruzione nelle aree più sviluppate. In che modo i pericoli della corruzione nel nord Italia ricordano o sono diversi da quelli che vediamo oggi in Svezia?