TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La caduta di cesoie pesanti meccanizzate a Bursun rappresenta un nuovo pericolo

Aggiornato il 20.36 | Pubblicato il 07.46

La cesoia da molte tonnellate caduta a Børsen rappresenta un nuovo pericolo lavorativo dopo l'incendio.

La lotta continua per evitare ulteriori crolli e proteggere le parti intatte del quartiere Børsen di Copenaghen devastato dal fuoco.

Una cesoia robotica da molte tonnellate che cade tra le macerie è a rischio di disintegrazione e rappresenta un grande pericolo.

– Le forbici sono incastrate tra l'edificio e l'impalcatura. È un'altra situazione instabile con cui dobbiamo confrontarci”, ha annunciato venerdì il direttore operativo Tim Ole Simonsen presso Hovedstadens Beredskab.

Secondo Simonsen le forbici della macchina pesano diverse tonnellate e c'è il rischio che cadano ulteriormente. Pertanto nessun equipaggio potrà lavorare nelle sue vicinanze. Un tentativo di sollevare la forbice con una gru è fallito ed è stato abbandonato in serata per motivi di sicurezza.

Le forbici erano posizionate su una delle grandi macchine che tagliavano le impalcature in cima all'edificio.

Una cesoia più grande è stata portata sulla scena dell'incendio con una gru da 55 metri per tagliare le impalcature attorno alle macerie. Il lavoro viene svolto con rischi significativi, considerando se le cesoie installate sulla macchina cadono.

Possibile multi-razza

Alto è anche il rischio che più parti dello storico edificio Børsen vengano distrutte da un incendio. Le immagini in diretta di venerdì mattina mostrano un edificio in completo collasso. Il fumo è ancora denso e le gru e i servizi di soccorso sono in massima allerta ovunque.

– Molte gare non sono solo rischiose, ma possibili, come ha sottolineato Tim Ole Simonsen in una conferenza stampa serale secondo il canale danese TV2.

READ  Agli elettori dell'Alaska manca Palin e quindi anche Trump

La priorità assoluta ora è cercare di salvare la parte dell'edificio che non è andata in fiamme. È un compito difficile. Sono stati chiamati alcuni specialisti che hanno proceduto con cautela per non danneggiare le parti intatte dell'edificio.

Più della metà è stata distrutta

Circa il 45% di Børsen è rimasto dopo l'incendio, ha detto il primo ministro Mette Frederiksen (S), che ha visitato la zona venerdì.

L'incendio è scoppiato martedì mattina nell'importante edificio storico risalente al XVII secolo, nella parte dove erano in corso lavori di ristrutturazione. Il percorso dell'incendio divenne violento e gli abitanti di Copenaghen, scioccati, dovettero osservare la famosa torre cadere immediatamente al suolo.

Importanti valori artistici e culturali evaporarono, ma alcuni di essi si salvarono grazie ai passanti che corsero durante l'incendio e recuperarono molti dipinti.