TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Due persone sono state arrestate per aver aggredito il capo di stato maggiore di Navalny

L'attivista dell'opposizione russa Leonid Volkov, fotografato a Ginevra nel 2022. Foto d'archivio.

Due persone sono state arrestate in Polonia con l'accusa di aver aggredito con un martello in Lituania l'ex capo di gabinetto del critico russo Alexei Navalny, ucciso.

Le informazioni sull'arresto provengono dal presidente lituano Gitanas Nauseda.

– Due persone sono state arrestate in Polonia con l'accusa di aver picchiato il leader dell'opposizione russa Leonid Volkov. “Ringrazio la Repubblica di Polonia per il suo eccellente lavoro”, afferma il Presidente.

Gitanas Nauseda aveva precedentemente individuato il presidente russo Vladimir Putin come responsabile dell'attacco.

A marzo, l’ex capo di stato maggiore Leonid Volkov è stato aggredito davanti alla sua residenza a Vilnius, dove vive in esilio. Un aggressore sconosciuto gli ha spruzzato sugli occhi spray al peperoncino e lo ha aggredito ripetutamente con un martello.

Volkov, 43 anni, ha lasciato la sua terra natale per la Lituania nel 2021, a seguito delle crescenti rappresaglie contro i dissidenti in Russia. L'anno successivo, lui e molti altri associati di Navalny furono inclusi nella lista statale russa dei terroristi ed estremisti.

Alexei Navalny è morto in circostanze misteriose in una colonia penale artica a febbraio.

READ  Lo Stato delle Hawaii non è protetto dalle garanzie di sicurezza della NATO